Facebook guarda all’e-commerce e sperimenta il tasto “buy” per trasformare gli utenti in acquirenti diretti
A
È in fase di test negli Stati Uniti, e se otterrà i consensi sperati sarà introdotto come nuova funzionalità prima negli Usa e poi, verosimilmente, in tutti gli altri paesi. Si tratta del tasto “buy” (cioè “compra”) che Facebook sta inserendo a margine delle inserzioni pubblicitarie pubblicate sulla piattaforma.

La novità consentirà agli utenti di acquistare online senza uscire dal sito Facebook, trasformando il social media in un canale di vendita diretta e i suoi utenti in potenziali acquirenti. L’obiettivo è duplice: da una parte aumentare il tasso di conversioni e migliorare l’efficacia delle inserzioni pubblicitarie, fornendo alle aziende inserzioniste uno strumento immediato di vendita; dall’altro permettere a Facebook di raccogliere informazioni sui comportamenti d’acquisto dei propri utenti per poi proporre loro annunci pubblicitari sempre più mirati.

Il social in blu garantisce la piena riservatezza delle informazioni, informando che i dati di pagamento e delle carte di credito non saranno trasmessi a terzi e che, invece, le trasazioni completate saranno condivisibili con gli altri utenti. Il test è per il momento condotto con un numero limitato di piccole e medie aziende americane, e arriva a seguito dell’ingresso in Facebook di David Marcus, già presidente di PayPal.

Secondo le indiscezioni che girano in rete, anche Twitter starebbe sviluppando un servizio di e-commerce da integrare ai propri tweet.

Commenta su Facebook

Altro su...

Social media