Innovazione: le 5 idee che il Politecnico di Milano aiuterà a diventare prodotti del futuro
A
Sono 5 i progetti che la giuria di Switch2Product, la competizione promossa da PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano, ha ritenuto essere le idee innovative con il maggior potenziale per essere tradotte in prodotti industriali capaci di affrontare le sfide del mercato.

La competizione, che ha l’obiettivo di premiare le migliori idee pronte a trasformarsi in imprese e le persone disposte a mettere in gioco le proprie competenze e creatività per supportare il lancio di nuove startup, si svolge nell’ambito del progetto Startup Revolutionary Road, realizzato insieme a Fondazione Cariplo per offrire ai giovani la possibilità di creare la propria startup attraverso programmi di formazione e mentorship gratuiti.

I vincitori dell’edizione 2014, premiati nel corso della cerimonia che si è svolta nell'Arena del PoliHub, sono stati 5 progetti che nel prossimo futuro potrebbero arrivare sul mercato per un uso privato e professionale.

Il primo è H2O Design for Nature, un progetto dedicato all’ecosostenibilità che si basa su un sistema non invasivo che recupera l’acqua della doccia, la filtra e la riutilizza per lo scarico del water, permettendo un risparmio dei consumi fino al 40%. Il secondo è un’idea per il marketing di prossimità: Robingoods è infatti un’applicazione per smartphone che individua e segnala le promozioni più interessanti nei negozi non visibili dalle vie principali delle città, ma nelle cui vicinanze l’utente sta in quel momento transitando. Poi c’è Soundlike, una app esperienziale che permette di geolocalizzare e condividere i suoni specifici di una certa esperienza, comunicando le emozioni che suscitano esattamente come succede con le immagini, consentendo a terzi di acquistarli e scaricarli.

I progetti ad alto potenziale includono anche Vibrasound, una leva del vibrato digitale che si installa su qualsiasi chitarra elettrica a ponte fisso, permettendo di trarne sonorità altrimenti impensabili, e Plusimple, una piattaforma web personalizzabile che vuole semplificare il rapporto dell’utente con la propria salute e il proprio benessere, ricevendo ed elaborando da varie fonti tutte le informazioni che possono essergli utili a mantenere la forma fisica.

I team vincitori si sono aggiudicati 3 mesi di “preincubazione” in PoliHub, che attualmente ospita più di 40 startup e aziende innovative, durante i quali usufruiranno gratuitamente del servizio di mentoring da parte dei tutor di PoliHub così da poter definire al meglio il mercato a cui proporsi, consolidare le proprie competenze e identificare, sia a livello tecnico che strutturale, il proprio posizionamento. Durante i 3 mesi i futuri imprenditori avranno anche la possibilità di confrontarsi con partner industriali e investitori da cui potranno ottenere suggerimenti e finanziamenti.

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende