Passaparola digitale: il nuovo strumento WDMTG monitora Twitter per capire chi e come lo genera
A
La sua funzione principale è quella di consentire alle aziende l’identificazione dei principali influencer nel loro mercato di riferimento, attraverso la comprensione delle dinamiche di Twitter, la valutazione di quali messaggi stanno cavalcando il passaparola digitale e come e da chi questo viene generato. Lo strumento si chiama Where Does My Tweet Go? (WDMTG), ed è stato lanciato da MFG Labs, il team di data strategy dell’agenzia di comunicazione Havas Media Group, per aiutare brand, agenzie e singole persone a interpretare in tempo reale, mentre sono generati, i dati della “twittersfera”.

WDMTG fornisce strumenti dinamici di visualizzazione dei dati permettendo ai brand di individuare le keyword, cioè le parole chiave, e gli account più rilevanti sul social network, consentendogli di capire chi sono i loro i migliori sostenitori sulla piattaforma di micro blogging.

“Eravamo interessati a capire come venivano diffuse le informazioni sui brand e, poichè Twitter è un network aperto, ci siamo concentrati sul modo di vedere come un tweet viene amplificato attraverso i retweet, chi raggiunge e chi sono gli influencer” dice Joachim de Lezardiere, COO di MFG Labs. “Lo strumento è utile ai brand che vogliono capire come certi messaggi stiano diventando virali e chi ha il potere maggiore per fare scattare questo fenomeno”.

Per tracciare gratuitamente i tweet di un account è sufficiente registrarsi al sito WDMTG, ma per tracciare specifiche keyword o di più account occorre sottosctivere un abbonamento (48 dollari al mese), il cui importo sale a seconda di quante parole chiave o clienti si vogliono monitorare.

Commenta su Facebook