Lo stato di internet: l’Italia migliora la velocità media di connessione al web ma rimane fanalino di coda in Europa
A
Il processo di digitalizzazione in Italia è avviato, ma ha ancora molta strada da fare. Rispetto allo scorso anno la velocità media di connessione al web è infatti aumentata del 33% raggiungendo i 7,4 Mbps (megabit per secondo). Ma quello che potrebbe essere letto come un buon risultato, superiore perfino all'incremento globale (+23%, per una velocità media di connessione pari a 5,6 Mbps), non è sufficiente: l’Italia continua a occupare il 51° posto della classifica mondiale. Il paese con la connessione media più veloce è Corea del Sud, a 26,7 Mbps.

In ambito europeo l’Italia è fanalino di coda e si piazza all’ultimo posto su 22, il medesimo di un anno fa; i 3 paesi più con il web più veloce sono la Svezia con 19,1 Mgps, la Norvegia con 18,8 e l’Olanda con 17.

Il quadro emerge dal Rapporto sullo stato di internet relativo agli ultimi tre mesi del 2015 elaborato da Akamai, che indica come l’Italia sia nelle retrovie europee anche per diffusione della banda larga (cioè una velocità di connessione superiore ai 4 Mbps) e di quella ultralarga (uguale o superiore a 15 Mbps).

Nell'ultimo anno le connessioni a banda larga sono aumentate in Italia del 29% segnando il record europeo di incremento, ma sono solo il 78% del totale, il valore più basso a pari merito con la Francia. Lo scarto con i 3 paesi dove la connessione veloce sta completamente sostituendo quella standard è di quasi il 20%: in Olanda la banda larga copre il 96% delle connessioni e in Danimarca e Svizzera il 94%.

Ancora più limitata la diffusione della banda ultralarga: sebbene nell’arco di un anno sia aumentata del 141%, ad adottarla è solo il 5,2% degli italiani, la metà dei francesi. I paesi in cui è più diffusa sono ancora quelli del nord Europa: Norvegia 45%, Svezia 42% e Olanda 39%.

Il report di Akamai considera anche la velocità delle connessioni a internet da dispositivi mobili. Il paese con la velocità media su mobile più alta al mondo, 26,8 Mbps, è il Regno Unito, seguito dalla Spagna con 14 Mbps. A registrare una velocità superiore a 10 Mbps sono altri 7 paesi europei: Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Slovacchia e Svezia. Meno performante l’Italia, ferma al 9,3%.

Commenta su Facebook