WhatsApp raggiunge il miliardo di utenti ma non guadagna: allo studio nuove funzionalità per le aziende
A
La app di messaggistica istantanea di casa Facebook supera il traguardo del miliardo di utenti attivi ogni mese e sfodera numeri impressionanti: ogni giorno, attraverso la piattaforma, gli utenti inviano 42 miliardi di messaggi nelle 53 lingue supportate, 1,6 miliardi di foto e 250 milioni di video. Sono pochi, ha detto in un post Mark Zuckerberg, i servizi online che possono vantare un tale bacino di utenti.

Facebook ha acquistato WhatsApp nel 2014 (quando aveva solo 450 milioni di utenti) per 19 miliardi di dollari, ma diversamente da Facebook, che il miliardo di utenti lo ha gia abbondantemente superato, WhatsApp manca a tutt’oggi di un modello di business che consenta di generare ricavi. La pur modesta quota di abbonamento – 99 centesimi l’anno – è stata infatti cancellata per volere dello stesso Zuckerberg, e il servizio è completamente gratuito e senza publicità.

L’ipotesi che circola, alimentata da quanto dichiarato da Zuckerberg stesso (“lavoreremo per rendere più facile la comunicazione con le imprese”) è quella che i futuri ricavi di WhatsApp e la sua sostenibilità finanziaria arriveranno proprio da nuove funzionalità progettate per permettere alle aziende di comunicare con gli utenti privati. Pagando, s’intende.

Commenta su Facebook

Altro su...

Social media