Internet: il li-fi manderà in pensione il wi-fi con una velocità 100 volte superiore, Apple ci sta lavorando
A
Potrebbe essere la prossima rivoluzione in tema di connettività mobile: la tecnologia li-fi (che sta per light fidelity) manderà in pensione il wi-fi come lo conosciamo ora e renderà disponibile la trasmissione di dati a una velocità superiore di almeno 100 volte a quella attualmente possibile grazie alla luce led. Per intendersi, basterà un secondo per scaricare 18 film da 1,5 GB ciascuno.

La tecnologia, inventata dal professiore dell’Università di Edimburgo Harald Haas, è in sperimentazione da qualche anno, ma l’improvviso interessamento di Apple, che i rumors della rete indicano essersi attivata per introdurla – forse – nell’iPhone 7, ne rendono più vicina e concreta l’ipotesi di arrivo sul mercato.

Il li-fi funziona con lo stesso principio del wi-fi, ma utilizza la luce led emessa dalle lampadine, invece delle onde radio, per trasmettere il segnale di rete: una speciale chiavetta USB capta il segnale luminoso e lo converte in dati “leggibili” da computer e dispositivi mobili. Poiché lo spettro delle onde luminose è molto più ampio di quello delle onde radio il numero di frequenze disponibili per il li-fi è immensamente superiore a quello del wi-fi, con il vantaggio di avere meno rischi di sovraccarico e meno interferenze con altri apparecchi elettronici.

L’unico neo è che il segnale li-fi portato dalla luce non passa attraverso porte o muri e che la sua potenza dipende dalla distanza dalla fonte luminosa: un’ottima cosa per la privacy, visto che impedisce ai malintenzionati di intercettare il segnale, ma un bell’impiccio se si tratta di avere il li-fi in mobilità. Apple ci sta lavorando.

Commenta su Facebook