Google apre all’e-commerce: in arrivo il pulsante "buy", ma solo su dispositivi mobili
A
Google sta per lanciare la sfida ai colossi dell’e-commerce come Amazon e eBay. Tra poche settimane il motore di ricerca lancerà il pulsante "buy" per effettuare acquisti che comparirà in testa alla pagina e sotto l’etichetta Shop on Google con i risultati sponsorizzati delle ricerche.

A darne la notizia è stato il Wall Street Journal, secondo il quale Google si limiterà a fare da intermediario tra venditore e aquirente guadagnando dai proventi del servizio: il pulsante, infatti, sarà a pagamento.

Una volta cliccato il pulsante "buy", l’utente verrà reindirizzato a un’altra pagina di Google, personalizzata dal venditore, dove potrà scegliere le caratteristiche del prodotto (come colore, misura, taglia) e le modalità di acquisto per procedere quindi al pagamento.

La nuova funzione sarà disponibile, almeno inizialmente, solo su dispositivi mobili. La scelta è dovuta a un radicale cambio di abitudini degli utenti: Google sta infatti registrando più ricerche da smartphone e tablet che da computer e il sorpasso del mobile è già avvenuto in 10 grandi mercati fra cui Canada, Giappone e Stati Uniti.

Google non è il solo motore di ricerca a puntare sugli utenti che navigano in mobilità. Anche Bing, il motore di Microsoft che già oggi contrassegna i siti mobile friendly con la scritta compatibile con dispositivi mobili, seguirà le orme di Google e nei prossimi mesi nei risultati delle ricerche darà più risalto ai siti ottimizzati per essere visualizzati sugli schermi di smartphone o tablet.

Il cambiamento di Bing non andrà però a stravolgere il sistema di ricerca: i risultati più rilevanti saranno mostrati per primi anche se rimandano a siti non ottimizzati.

Commenta su Facebook

Altro su...

Web e digital