Digital Magics lancia il Pos virtuale: per ricevere pagamenti ora basta un link
A
L’incubatore di start up innovative Digital Magics ha lanciato Solo, il Pos virtuale che permette a piccole e medie imprese, pubblici esercizi come tour operator e alberghi e singoli professionisti di ricevere pagamenti con carte di credito e debito senza dover possedere un Pos tradizionale in cui strisciare la carta del cliente.

Per poter accedere al servizio l’utente deve registrarsi sul sito www.solo.sh creando una pagina pubblica personalizzabile della propria attività, come avviene sui tradizionali social network.

Quando arriva il momento di richiedere il pagamento, l’utente accede al proprio profilo e, tramite posta elettronica, sms, messaggio sui social, QR code o tag NFC1 (tecnologia a radiofrequenza per far dialogare 2 dispositivi) invia al cliente un link web, che può quindi essere visualizzato su qualunque dispositvo, dove compaiono l’importo da saldare e i campi in cui inserire i dati della carta di credito che, per sicurezza, non vengono mai salvati su Solo.

Il Pos virtuale non ha né costi di attivazione né canoni mensili ma richiede una commissione del 2,5% + 0,25 euro su ogni transazione, e si avvale di sistemi di pagamento e istituti di moneta elettronica autorizzati a livello europeo garantendo la sicurezza delle transazioni e il rispetto delle normative sui pagamenti elettronici.

La startup di Digital Magics nasce per rispondere a 2 bisogni: quello dei consumatori e quello di imprese e liberi professionisti. I primi sono sempre più disposti a effettuare i pagamenti utilizzando i propri smartphone, tanto che il mercato globale dei pagamenti online registra oltre 1 triliardo di dollari e, solo negli Stati Uniti, le transazioni effettuate tramite smartphone sono 5 miliardi, destinati a diventare 86 nell’arco di soli 3 anni.

Ai secondi, che dal 30 giugno 2014 hanno l’obbligo di accettare i pagamenti elettronici anche con carta di debito, il Pos virtuale viene in aiuto semplificando le procedure di pagamento elettronico.

Commenta su Facebook