I droni entrano negli eventi: al Dronexpo di Bergamo i fornitori, le applicazioni e le regole per utilizzarli
A
Non sono più solo temibili macchine da guerra. I loro “fratelli minori”, oggetti volanti più piccoli ma con la medesima caratteristica di essere comandati a distanza, hanno fatto il proprio ingresso nella sfera delle applicazioni civili: la BBC li ritiene il futuro dell'agricoltura, il già direttore di Wired Chris Anderson li definisce i nuovi smartphone, Amazon li considera i nuovi corrieri, gli studi predittivi sull’hotellerie ne parlano come il prossimo servizio alberghiero personalizzato e gli analisti dell'Unione Europea li reputano il volano per una nuova rivoluzione industriale nel Vecchio Continente, con potenzialità ancora tutte da sfruttare.

Chi ha già cominciato a sfruttarle è il mondo degli eventi: negli Stati Uniti sono una realtà non più marginale, ma un po' ovunque cominciano a essere utilizzati dalle agenzie per riprendere gli eventi dall’alto, dando ai video un effetto spettacolare altrimenti impossibile, e dalle location, per produrre filmati promozionali e virtual tour di grande impatto. Benché per finalità di riprese video e fotografiche durante gli eventi i droni siano generalmente di dimensioni molto compatte, il loro utilizzo non è privo di criticità: la sicurezza innanzi tutto, sia che vengano usati indoor o outdoor, poi la privacy di chi viene ripreso e, infine, le norme che ne regolano l’utilizzo negli spazi aperti (pur sempre di oggetti volanti si tratta), in Italia emesse dall'Enac, l'ente per l'aviazione civile.

A raccontare il mondo dei droni, le aziende che li forniscono e li operano, le possibili applicazioni e le regole di utilizzo è ora Dronexpo, la fiera specializzata che arriva il 17 e 18 maggio nel quartiere espositivo di Bergamo: una prima edizione, organizzata da Ente Fiera Promoberg e Mediaconcept, che si svolge su un’area di 6.500 metri quadrati con circa 30 stand di produttori di droni (professionali e per hobbisti), stampanti 3D, sviluppatori di software, assicuratori e scuole di volo. Nell’ampia fly zone di 20mila metri cubi, allestita all'interno del padiglione dedicato alla manifestazione, ci sarà l’opportunità di vedere all'opera diversi modelli droni, inclusi quelli subaquei che si immergeranno nella piscina allestita appositamente.

Commenta su Facebook

Altro su...

Fiere

Tecnologia