Il wi-fi diventa social: la nuova app italiana wiMan trova le reti aperte da condividere via Facebook per navigare gratis ovunque
A
Arriva negli store Apple e Android la nuova versione di wiMan, una app tutta italiana che trova le reti wi-fi aperte di tutto il mondo, ne analizza la qualità, connette automaticamente lo smartphone alle migliori e consente agli utenti di condividere la proprie reti wi-fi tramite l’accesso a Facebook o a Google.

L’idea è degli startupper italiani Massimo Ciuffreda e Michele Di Mauro, che hanno lanciato la app nel 2013 con la sola funzione di “social router”: la tecnologia di wiMan permetteva alle attività commerciali di condividere la propria rete wi-fi con i clienti, che vi potevano accedere anche a distanza attraverso il login a Facebook o Google.

Ora, le funzionalità della app sono state potenziate e ampliate in un’ottica di “social wi-fi”: wiMan ha costruito un database delle reti wi-fi libere in tutto il mondo (per ora ne ha rilevate 7 milioni), le ha geolocalizzate su una mappa scaricabile e consultabile anche offline, ha inserito una funzione di “wi-fi manager” con un algoritmo che analizza la qualità e velocità delle reti disponibili e connette automaticamente lo smarphone alla migliore.

Poiché la funzione di condivisione delle reti private degli utenti è stata mantenuta e sviluppata, la app connette automaticamente lo smarphone anche alle reti messe a disposizione dalla community: Potenzialmente, wiMan è in grado di trovare un wi-fi ovunque e permettere la navigazione gratuita da ogni angolo del mondo.

Ciuffreda e Di Mauro hanno sviluppato wiMan grazie anche al contributo di investitori quali Tim Ventures, P101, Club Italia Investimenti 2, Nana Bianca e Matteo Riffeser Monti. La app, gratuita, è già disponibile nella nuova versione per utenti Android e arriverà sullo store di Apple il 18 marzo.

Commenta su Facebook