Facebook at Work comincia la fase di test: il social in blu avvia la nuova piattaforma per il networking aziendale
A
Dopo molte voci e indiscrezioni, ecco finalmente il lancio ufficiale, anche se per il momento soltanto in forma di test. Facebook at Work, la nuova piattaforma che Facebook ha progettato per permettere alle aziende di creare un proprio social network interno, è in fase di collaudo da parte di partner selezionati, che ne stanno testando sia la versione web sia le app per iOS e Android.

L’idea è quella di offrire alle aziende (per il momento il target sono quelle con più di 100 dipendenti) una piattaforma di networking e condivisione di contenuti dove le persone possono interagire in maniera sicura e protetta, mantenendo le informazioni condivise completamente separate dal proprio proprio profilo personale su Facebook. L’accesso a Facebook at Work avviene infatti attraverso un account diverso da quello di Facebook. I due account possono essere “connessi”, in modo da collegarsi a entrambi quando si accede alla piattaforma, ma rimangono rigorosamente separati: lavoro da una parte, personale dall’altra, senza alcuna possibilità di “mischiare” i contenuti.

Di social network per le aziende ce ne sono già non pochi: il più diffuso è forse Yammer di Microsoft, ma ne esistono molti altri. Il vantaggio competitivo di Facebook at Work è che utilizza la stessa grafica e le stesse funzionalità di Facebook e risulta quindi di più facile adozione (tutti sanno usare Facebook) rispetto ad altre piattaforme o software che i dipendenti sono riluttanti a imparare a utilizzare.

Il tema caldo potrebbe essere quello delle informazioni riservate: su Facebook at Work (come su qualunque altro social network professionale) potrebbero transitare documenti aziendali riservati e, benché Facebook garantisca confidenzialità assoluta rispetto a terzi, chi garantisce rispetto a Facebook?

Commenta su Facebook

Altro su...

Social media

Aziende