Arriva sul mercato Parkey, la app che cerca, prenota e paga il parcheggio nelle grandi città
A
Utile a tutti, ma in particolare a chi viaggia per lavoro in città che non conosce e impazzisce per trovare parcheggio. Del resto, dai treni agli aerei, dagli alberghi alle auto, la gestione della mobilità individuale e aziendale è spesso affidata ad applicazioni per dispositivi mobili. È questa l’intuizione che ha portato la società milanese Cloud Park a sviluppare Parkey, la prima app per cercare, prenotare e pagare il parcheggio in città.

La app geolocalizza l’automobilista, individua le autorimesse più vicine a lui o alla destinazione programmata e per ogni autorimessa visualizza una scheda con tutte le informazioni per prenotare (tariffe, orari etc) e per scegliere servizi aggiuntivi come il lavaggio dell’auto. Selezionata l’autorimessa, la app indica la strada più veloce per raggiungerla e una volta arrivati, basta un “tap” puntando lo smartphone verso la sbarra per entrare e un “tap” uscire. Il pagamento avviene attraverso la carta di credito inserita all’avvio dell’applicazione e le autorimesse presenti nel sistema garantiscono agli utenti di Parkey le loro migliori tariffe.

Milano è la città scelta per il lancio della app, che Cloud Park vuole estendere alle principali città italiane ed europee. A Milano il 30% del traffico è generato dalla ricerca di parcheggio, e sebbene le condizioni di mobilità siano in miglioramento, si stima che ogni anno i cittadini trascorrano circa 80 ore in coda. Alla app ha già aderito APA, l’associazione che rappresenta le autorimesse e i parcheggi di Milano e provincia.

Commenta su Facebook