Con le tecnologie mobile le aziende italiane hanno recuperato produttività per 9 miliardi di euro
A
Le tecnologie mobile fanno bene alle aziende italiane e sono destinate a svilupparsi ulteriormente grazie agli investimenti previsti su questo fronte. Quest’anno, infatti, le soluzioni mobile a supporto dei processi di business hanno permesso alle imprese un recupero di produttività di circa 9 miliardi di euro e, entro il 2016, l’intero mercato mobile arriverà a raggiungere i 2,7 miliardi di euro, con una crescita annua tra il 10 e il 17%.

I dati che emergono dalla 10° edizione dell’Osservatorio Mobile Enterprise della School of Management del Politecnico di Milano evidenziano, infatti, che la percentuale dei manager responsabili dell'ITC (information & communication technologies) di grandi imprese che ritengono prioritari gli investimenti in questo settore si attesta oggi al 40%, cifra destinata ad arrivare al 63% tra 2 anni.

Le aree della "mobile enterprise", cioè del mobile per le imprese sono 3, e tutte destinate a evolversi nel tempo. I dispositivi mobili (la componente hardware fatta di smartphone, notebook e tablet) coprono oggi il 67% del mercato, ma lo scenario futuro è destinato a mutare con la crescente diffusione di nuovi supporti. “I nuovi dispositivi indossabili appena entreti sul mercato" dice Paolo Catti, responsabile della ricerca dell’Osservatorio Mobile Enterprise "come smart watch e smart glass hanno, come era ragionevole attendersi, un tasso di penetrazione ancora embrionale (2%), anche se non è da sottovalutare la percentuale delle imprese che ha già maturato l’ipotesi di introdurli: il 16%, di cui la stragrande maggioranza con orizzonte di medio periodo”.

Il 25% del mercato è poi legato alla componente mobile biz-app (cioè lo sviluppo e acquisto delle soluzioni e l’integrazione delle applicazioni con i sistemi informativi): più della metà delle imprese le ha già introdotte e ben il 40% è intenzionato a farlo.

Il restante 8% del mercato riguarda gli enterprise application store, cioè le piattaforme di gestione dell’intero ecosistema mobile aziendale. Anche qui lo scenario è positivo, sottolinea la ricercatrice Claudia Nasuti: “Lo studio conferma una dinamica crescente di adozione di queste piattaforme, già presenti nel 71% delle aziende che hanno già introdotto o stanno introducendo le mobile biz-app; un altro 12% delle aziende le adotterà a breve e l’11% lo farà nel medio/lungo termine”.

Commenta su Facebook