I siti internet nel mondo hanno toccato quota 1 miliardo, dal 2013 il ritmo di crescita è esponenziale
A
È successo a settembre, anche se il giorno esatto non è conosciuto: il miliardesimo sito web è infatti andato online di soppiatto e senza troppo clamore. Seppure di qualche giorno fa, la statistica è però ormai già datata, visto che il ritmo di apertura di nuovi siti web è velocissimo.

Per rendersene conto basta dare un’occhiata al sito InternetLiveStats.com, che visualizza in tempo reale la stima algoritmica di incremento dei siti web online, in aumento di circa 600 al minuto. Ma è InternetLiveStats.com stesso a precisare che, secondo le stime, il 75% dei siti web risulta inattivo.

Il primo sito internet del mondo è andato online il 6 agosto 1991: a pubblicarlo è stato il fisico britannico Tim Berners-Lee, che due anni prima aveva inventato il world wide web e poi introdotto il primo server e il primo browser.

La timeline di InternetLiveStats.com indica che ancora nel 1993 c’erano soltanto 130 siti web nel mondo: Yahoo arriva nel 1994, quando il numero dei siti era salito a 2.738, mentre Amazon va online nel 1995 affiancandosi agli ormai 23.500 siti esistenti. Nel 1998, quando è arrivato Google, i siti erano 2,4 milioni e la prima versione di Facebook, che allora si chiamava Thefacebook, ha fatto il proprio ingresso sul web nel 2004, quando i siti erano 51,6 milioni.

Il salto in avanti nel numero di siti si è avuto nel 2012 e nel solo 2013 il web è cresciuto di più di un terzo, passando dai 630 milioni di siti del mese di gennaio agli oltre 850 del mese di dicembre.

Commenta su Facebook

Altro su...

Web e digital