I numeri di Internet: raggiunti i 2,9 miliardi di utenti, il traffico dati globale è pari a uno zettabyte
A
Sono 2,923 miliardi gli abitanti del pianeta oggi connessi a internet, pari a circa il 40% della popolazione mondiale. Nel solo continente asiatico ammontano a 756 milioni, e in Europa arrivano a 326 milioni. All’Asia-Pacifico è ascrivibile infatti il 41% della popolazione connessa, mentre all’Europa il 26%; il Nord America ha il 14% dello share, seguito dall’America Latina con il 10%. In coda Africa e Medio Oriente, con il 9% delle connessioni mondiali.

I dati diffusi dal sito Statista indicano inoltre che l’anno scorso il 73,4% della popolazione connessa ha avuto accesso al web tramite dispositivi mobili, prevedendo che la penetrazione del mobile arriverà nel 2017 a toccare il 90,1% di tutti gli utenti internet del mondo. Il traffico internet via mobile si è particolarmente diffuso in Asia (dove è 37% del totale) e in Africa (38%), continenti dove la tradizionale connessione via cavo ha attecchito poco causa la vasatità dei territori e le carenze infrastrutturali. Il continente dove la connessione da mobile è meno diffusa è l’Europa, con il 16% del traffico generato via smartphone e tablet.

Il primato della velocità di connessione va alla Corea del Sud, che registra una velocità media di internet di 23,6 megabit al secondo (Mbps), seguita a lunga distanza dal Giappone, che naviga a 14,6 Mbps. Poi Hong Kong, Svizzera, Olanda, Lettonia, Svezia, Repubblica Ceca, Finlandia e Irlanda, che chiude la top ten dalla velocità con 10, 7 Mbps.

Cosa fanno questi 2,9 miliardi di persone su internet? Secondo Statista la maggior parte gioca o “socializza”, almeno quando la connessione è mobile. I dati indicano infatti che gli utenti iOS e Android, cioè i due sistemi operativi mobili più diffusi, trascorrono il 32% del proprio tempo online in attività di gaming e il 28% sui social network. Il 18% del tempo sono connessi per lavoro e il 14% per navigare sul web. Solo l’8% del tempo della connessione mobile è dedicato ad attività di intrattenimento.

Complessivamente, fra mobile e rete fissa, il traffico dati più consistente è quello legato ai video, inclusi i film: a livello globale, si tratta oggi di 63mila petabyte al mese (1 petabyte è poco più di un milione di gigabyte), contro i 13,4mila “consumati” per la navigazione web e le email, i 6,7mila per la condivisione di file e i soli 113 per i giochi online. Entro il 2018, i dati che ogni mese transiteranno sulla rete globale peseranno complessivamente 83,2mila petabyte, e già nel 2015 il volume annuo dei dati raggiungerà il peso di uno zettabyte (cioè un milione di petabyte). Uno zettabyte, dice Statista, corrisponde a spanne al peso di un film in HD della durata di 36 milioni di anni.

Commenta su Facebook

Altro su...

Web e digital