Urban Safari
Pronti i tour non convenzionali per Expo
Coinvolgere i visitatori di Expo 2015 con visite guidate non convenzionali a Milano e dintorni per fare loro scoprire come la città è cambiata per il grande evento e conoscere le tradizioni agroalimentari del territorio. Questi i nuovi progetti di Urban Safari, impresa culturale che si rivolge alle agenzie di eventi e agli operatori del settore, e che progetta anche attività per persone con ridotte capacità motorie.
A
Vedere da vicino una Milano rinnovata e conoscerne le tradizioni legate al food. Sono gli obiettivi dei tour per i visitatori di Expo 2015 organizzati da Urban Safari, impresa culturale specializzata in visite guidate insolite.

Gli itinerari tematici progettati dal team milanese, e già operativi, si legano infatti a 2 temi principali: architettura & design e le tradizioni alimentari del territorio. Il primo (per gruppi sino a 30 persone) porta a scoprire come la città si sia data un nuovo look per il grande evento del 2015. Spazio, dunque, a tour in ex aree industriali recuperate, come Brera e Ansaldo o l’ex Palazzo dell’Enel, ora diventato headquarter della casa di moda Dsquared2. E grande attenzione a nuovi poli d’interesse come il Museo delle Culture e il cambiato assetto della Darsena e del quartiere di Porta Nuova.

I tour legati al tema food, indicati per gruppi di piccole dimensioni, sono invece occasioni per apprezzare le tradizioni agroalimentari del territorio con visite alle aziende agricole appena fuori Milano, alle botteghe, ai ristoranti storici e ai chioschi che conoscono oggi una nuova popolarità grazie alla riscoperta dello street food.

In programma anche itinerari legati all’Expo studiati appositamente per persone con ridotte capacità motorie, grazie alla verifica in loco da parte del team di Urban Safari dell’assenza di barriere architettoniche.

“In realtà non esistono tour standard”, precisa Vittoria Squitieri, socio fondatore di Urban Safari. “Ogni nostra proposta può essere personalizzata a seconda delle indicazioni che ci vengono fornite dall’agenzia che si rivolge a noi e al profilo dei partecipanti. L’elemento base di tutte le nostre attività, comprese quelle per Expo, è contare non solo su guide plurilingui ma anche, e soprattutto, su ciceroni d’eccezione come designer, fotografi, storici dell’arte, musicisti e chef. Esperti e professionisti capaci di dare valore aggiunto a ogni esperienza di visita, come è avvenuto per un gruppo di 15 avvocati svizzeri che hanno voluto visitare Milano accompagnati da un architetto”.

Le visite di Urban Safari non si limitano a Milano, ma si estendono a diverse città d’Italia grazie a un database di oltre 1.000 realtà come musei, gallerie, fondazioni, locali storici, monumenti, atelier, dimore storiche, ristoranti tipici, enoteche e botteghe, e a un network di collaboratori sul territorio.

Dall’autunno 2014, inoltre, a Milano, Venezia e Roma partono i photo safari, veri e propri workshop per appassionati di fotografia (massimo 8 partecipanti) che permettono di immortalare scorci insoliti e inaspettati della città grazie ai suggerimenti di un fotografo professionista.

Urban Safari
Via Pietro Panzeri, 5
20123 Milano
Tel. 02 45490959
Fax 02 45490865
mail@urbansafaritour.it
www.urbansafaritour.it

Pubblicato il 10 luglio 2014

Urban Safari

Altro su...

Urban Safari