Sinergie
Come si organizza un evento da 300mila partecipanti
Coordinare la realizzazione di un volo umanitario, stendere piani di sponsorizzazione per le aziende e garantire la massima sicurezza alle migliaia di persone attese: tre step di avvicinamento, ma non certo gli unici, alla prima edizione di Fly for Peace, il mega evento in calendario a luglio in Sicilia.
A
Mancano meno di 90 giorni alla prima edizione di Fly for Peace, grande evento dedicato alla pace che si svolgerà in Sicilia dal 18 al 20 luglio e per il quale sono attese 300mila persone. Sinergie, l’agenzia milanese che, superando le altre 6 in gara, è stata scelta per realizzarlo, è impegnata su più fronti: tenere le fila tra le tante istituzioni coinvolte, attivare l’attività di fundraising, curare gli aspetti logistici e di scenotecnica, coordinare un volo umanitario e gestirne la sicurezza e la campagna di comunicazione.

L’evento, promosso da un comitato composto da 16 soggetti (Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, diocesi e comuni italiani, università e associazioni), nasce con lo scopo di diffondere gli ideali di fratellanza e solidarietà e coinvolgerà 2 località dell’isola con un fitto calendario di appuntamenti. A Erice, nel centro di cultura scientifica Ettore Majorana, si terranno 2 giornate di incontri e seminari dedicati al tema della pace, mentre Trapani ospiterà la messa comunitaria all’aperto diffusa in diretta su Rai Uno, l’air show in cui si esibiranno le Frecce Tricolori, le pattuglie acrobatiche di altri paesi e tanti altri velivoli, ed eventi satellite come mostre, concerti e attività ludiche.

“Il nostro progetto è stato scelto sia per la sua capacità di interpretare i valori umanitari dell’evento sia per aver dimostrato di avere strumenti e risorse per garantire la riuscita di una manifestazione mai realizzata prima d’ora”, commenta Davide Verdesca, CEO di Sinergie e supervisore del progetto che, nella fase operativa, vedrà coinvolta molta della struttura dell’agenzia e, in primissima linea, la Divisione Eventi.

Fly for Peace sarà preceduto, nella seconda metà di giugno, dal volo umanitario che decollerà da Trapani per portare beni di prima necessità a Beirut. “L’Aeronautica Militare, sotto il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, curerà l’organizzazione tecnica della missione, ma è nostro il compito di coordinare il tutto con le istituzioni coinvolte che, oltre a essere dislocate su tutto il territorio italiano, hanno metodi e tempistiche di risposta differenti”, specifica Verdesca.

L’agenzia sta gestendo anche il reperimento dei fondi necessari a finanziare gli eventi collaterali. L’attività di fundraising sembra essere ben avviata, conferma Verdesca: “Il riscontro che stiamo ottenendo è decisamente positivo e ci permette di scegliere tra i tanti partner che hanno già chiesto di essere coinvolti, consapevoli della visibilità data dall’essere protagonisti di un evento internazionale di alto valore sociale e umanitario. Proprio per questo stiamo ultimando la mappatura delle possibili aziende sponsor che valutiamo secondo diversi parametri fra cui, soprattutto, le caratteristiche etiche delle stesse imprese e la loro vicinanza ai valori dell’evento. Abbiamo anche studiato piani di sponsorizzazione con caratteristiche diversificate per rispondere alle esigenze e alle possibilità di investimento di differenti tipologie di aziende”.

È il controllo della sicurezza, però, uno degli aspetti complessi dell’evento. “Fly for Peace prevede non solo la presenza di personalità del mondo ecclesiastico e culturale che interverranno anche in qualità di keynote speaker ai seminari, ma anche una forte presenza di pubblico, soprattutto durante lo spettacolo acrobatico nel cielo di Trapani. Proprio per questo abbiamo creato tavoli di lavoro con le istituzioni locali per ottimizzare la gestione gli interventi che verranno compiuti a tutela della sicurezza”.

Sinergie
Piazzale Giulio Cesare, 14
20145 Milano
Tel. 02 7625501
Fax 02 762550.50/55
info@sinergie.org
www.sinergie.org

Pubblicato il 15 aprile 2014