Sine… che?

MICHELE MONDOLFO, titolare Incoming Partners
Sine die : la triste storia del congressuale nel portale Italia.it
A
Sine die locuz. lat. (propr. «senza giorno [stabilito]»)

Sine die: probabilmente è con questa tassativa scadenza che è stato indicato il giorno di fine lavori per il portale Italia.it. Quasi 8 anni di incompetente lavoro ricco di polemiche, errori, bug, strafalcioni e decine di milioni di euro spesi per arrivare alla vigilia di Expo con un portale che, tra le altre cose, alla pagina http://www.italia.it/it/scopri-litalia/lombardia.html illustra una maltagliata foto del Duomo di Cremona in abbinamento alla didascalia dell’inesistente Cattedrale di Santa Maria Assunta di Milano!

Tutte le pagine registrano un social successo di like e tweet degne di un sito parrocchiale, a dimostrazione della qualità dei contenuti e dell’utilità dei soldi spesi in promozione.

Leggendo le strategiche informazioni utili si scopre che l’unica azienda in grado di dare assistenza ai turisti è l’ACI.

Certo, in un paese come il nostro, il compito di riassumere tutte le ricchezze, tutte le risorse, i territori e la loro interpretazione sotto ogni sfaccettatura, adatta ai diversi segmenti di mercato è compito arduo, ma chi si candida a svolgerlo ne dovrebbe essere consapevole. La retribuzione per questo compito del resto sembra essere adeguata e i soldi potrebbero essere spesi meglio.

Ad esempio, in 8 anni di travagliata gestione a nessuno dei manager pro tempore è mai venuto in mente di dare evidenza al turismo Mice, cioè quello legato a congressi, incentive ed eventi di business, come se non esistesse, e men che meno ai relativi fornitori. Alla pagina http://www.italia.it/it/mappa-del-sito.html, che dovrebbe contenere l’indice di ogni capitolo, le parole congressi, congressuale, meeting, mice, incentive danno un deludente risultato nullo.

Le uniche aziende private esistenti nei portali sono gli alberghi, come se il motivo principale per venire in Italia fosse il luogo in cui andare a dormire.

Il B2C va di moda e l’obiettivo più importante è menzionare una recente app per consumer senza valutare quanti la useranno e quanto mercato Mice si sta trascurando. Solo recentemente alla BTC di Firenze abbiamo sentito dichiarazioni di sostegno, ma normalmente pochi politici si rendono conto di quanto importante siano il settore degli eventi e il turismo intermediato in genere. Facciamo sistema e cavalchiamo l’onda per ottenere visibilità in ogni occasione di promozione turistica.

Il portale sta morendo in questi giorni e, dando credito al centesimo roboante annuncio stampa, risorgerà per l’ennesima volta, con buona pace dei contribuenti e di tutti gli attori del turismo che non ne hanno mai beneficiato.

Michele Mondolfo

Commenta su Facebook