Business travel: American Express e HRS Corporate lanciano la carta di credito virtuale per il pagamento degli alberghi
A
American Express Global Corporate Payments e HRS Corporate, portale di prenotazioni alberghiere per i viaggi d’affari, hanno siglato un accordo che permette ai business traveller di effettuare il pagamento delle spese alberghiere senza disporre di una tradizionale carta di credito.

La partnership, valida per tutti i clienti aziendali europei negli hotel del mondo che aderiscono al circuito American Express, prevede che, al momento della prenotazione, il cliente crei una carta di credito virtuale dal proprio conto vPayment, piattaforma elettronica che genera conti virtuali senza emissione della carta fisica.

Per garantire la sicurezza delle transazioni e permettere all’azienda di rispettare il budget destinato alle trasferte, il periodo di validità della carta virtuale e il suo plafond massimo possono essere determinati per ogni viaggio.

"L’utilizzo di vPayment è strategico per le aziende che gestiscono centralmente le spese, per quelle che non hanno una carta di credito aziendale e per quelle che hanno molti dipendenti all’estero", commenta Carlo Liotti, general manager di American Express. “Questa nuova soluzione consente di scegliere la valuta senza alcun costo aggiuntivo. Inoltre le aziende possono avere una migliore visione delle loro spese e quindi gestirle più efficacemente individuando le aree di miglioramento e risparmio”.

La carta virtuale è vantaggiosa anche per i dipendenti. Il business traveller, al termine della trasferta, non deve più sbrigare la pratiche di rendicontazione delle spese poiché l'hotel invia tutti i dati direttamente a HRS Corporate tramite un indirizzo di verifica predefinito.

Commenta su Facebook

LE PIÙ LETTE DELLA SETTIMANA