In Italia ci sono 1,3 milioni di posizioni di lavoro aperte, l'algoritmo di Face4Job le trova e fa il matching con i candidati
A
In Italia sono 1,3 milioni le posizioni di lavoro aperte e oltre 12 milioni nel mondo. La Lombardia, con 397mila posizioni aperte, è la regione italiana che offre più opportunità di occupazione, seguita dal Veneto con 280mila e poi da Lazio (205mila), Emilia Romagna (88mila), Piemonte (78mila) e Campania (77mila). Le figure più richieste sono nel settore commerciale e vendite e nell’hi-tech, rispettivamente con 391mila e 281mila ricerche aperte; il settore marketing e comunicazione totalizza 45mila posizioni aperte in Italia, mentre il turismo ne conta attualmente 15mila.

I dati arrivano da Face4Job, il motore di ricerca lavoro appena lanciato sul mercato basato su un algoritmo in grado di rilevarli direttamente dalle sezioni di offerta lavoro dei siti aziendali e di effettuare il matching diretto con i potenziali candidati a occupare la posizione.

“Face4Job rivoluziona la dinamica di domanda e dell'offerta di lavoro in una logica di matching diretto e non mediato tra i protagonisti del mercato: i candidati che offrono il proprio talento e le imprese che lo ricercano” spiega Alessio Romeo, fondatore e amministratore delegato della startup che ha ideato la piattaforma.

Chi è interessato a candidarsi a una posizione aperta deve caricare il proprio curriculum su Face4Job e indicare 10 competenze professionali che possiede. L’azienda che ha aperto la posizione, se interessata, richiederà al candidato di rispondere ad alcune domande in video. Successivamente, se l’esito della prima fase è positivo, il candidato sarà poi chiamato a un colloquio online tramite videochiamata.

“Il dialogo senza mediazioni, spesso deludenti per i candidati e infruttuose per le imprese, è l’obiettivo di Face4Job” dice il direttore marketing Francesco Maria Gallo. “Attraverso la sua piattaforma interattiva, Face4Job rende accessibili la relazione e l’incontro tra talenti di qualsiasi livello, genere, età, provenienza e residenza e le aziende che li ricercano per incrementare quel capitale umano oggi indispensabile per poter competere sui mercati di tutto il mondo”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Lavoro e carriera

LE PIÙ LETTE DELLA SETTIMANA