Dalla Camera di Commercio di Milano 400mila euro per le reti d’impresa nel turismo e nei servizi in vista di Expo
A
Stimolare l’aggregazione delle imprese affinché si preparino al meglio per l’appuntamento di Expo 2015: questo l’obiettivo della Camera di Commercio di Milano, che stanzia 400mila euro di incentivi per le piccole e media imprese che intendono aggregarsi per migliorare l’attrattività del territorio (quindi nei settori della ricettività, dei trasporti, dei servizi turistici, della ristorazione e delle tecnologie per la Smart City) e per offire nuovi prodotti o servizi, per esempio in ambito di interpretariato, allestimenti, impiantistica.

Quella di “mettersi in rete” è un’opportunità sempre più sfruttata dalle imprese lombarde: a maggio 2014 i contratti di rete stipulati nella Regione risultano essere 493 (contro i 410 rilevati settembre 2013) e coinvolgono 1.786 aziende, 575 delle quali solo a Milano. "Il 60% degli imprenditori del territorio considera le reti d’impresa uno strumento valido per essere più competitive” commenta Erica Corti, membro di giunta della Camera di Commercio di Milano. “I maggiori vantaggi sono la possibilità di risparmiare sui costi grazie alle economie di scala e avere più finanziamenti disponibili. Un’impresa milanese su 7 sta pensando di entrare a far parte di una rete nel prossimo futuro, e la Camera di Commercio promuove un bando mirato ad Expo, che può rappresentare un'occasione per creare una rete, in particolare nei settori più coinvolti dalla manifestazione".

Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese, con sede legale e/o sede operativa nella provincia di Milano, che si aggregano in rete, e ammette sia reti contratto sia reti soggetto. Il contributo della Camera di Commercio copre il 50% dei costi, fino a un massimo di 50mila euro per ciascuna rete d'impresa, per spese relative all’acquisto di tecnologie e soluzioni digitali, alla promozione, comunicazione, marketing e pubblicità, a brevetti e marchi strettamente correlati al progetto di rete, a spese notarili sostenute per la costituzione dell’aggregazione, a spese di consulenza e assistenza tecnica specialistica, alla locazione di spazi (commerciale, temporary shop, uffici, capannoni), alla ristrutturazione, alla realizzazione di interventi per la riduzione dell’impatto ambientale e il risparmio energetico. I contributi sono previsti anche per la realizzazione di eventi, workshop, esposizioni temporanee di prodotti e per la formazione del personale.

Le domande possono essere presentate entro le ore 12 del 30 settembre 2014, anche in modalità telematica accedendo alla procedura Bandi Online sul sito della Camera di Commercio, dove è disponibile il regolamento del bando.

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende

Expo 2015