Google Maps introduce la visualizzazione degli eventi, 6 location italiane hanno già attivato la funzione
A
Google guarda con sempre più attenzione agli eventi, e dopo aver integrato in Google Now la segnalazione di eventi nelle vicinanze, ora è la volta di Google Maps che propone, accanto alle principali location per eventi, l’elenco degli appuntamenti in calendario con un link per acquistare il biglietto dove disponibile. La novità, attiva già da ottobre in Usa, arriva ora anche in Europa nell’ultima versione di Maps, sia da desktop che da mobile.

In Italia, per il momento, solo alcune location selezionate hanno già attiva la funzione: il Forum di Assago, il Teatro alla Scala e gli Arcimboldi a Milano, l’Arena di Verona, lo Stadio di San Siro e lo Stadio Olimpico. La mossa rientra nelle strategie di Google per offrire maggiori servizi ai suoi utenti consumer, ma in un’evoluzione futura potrà offrire vantaggi anche a eventi di tipo business.

Le fonti cui Google attinge per l’elenco degli eventi è tutta made in UK e per ora non esiste una procedura per richiedere di essere inseriti nel novero delle location con questo privilegio. Nel momento però in cui questa funzione sarà estesa a tutti sarà possibile promuovere il proprio evento gratuitamente direttamente su Google Maps che, ricordiamo, è l’app più utilizzata al mondo e uno dei 5 siti più visitati da desktop. Se poi questa funzione sarà integrata con gli eventi in Google+ si potrà personalizzare la landing page scelta da Google con le informazioni di proprio interesse, facendone di fatto un’ulteriore leva di promozione della propria attività.

Se si gestisce una location per eventi è consigliabile ottimizzare la propria presenza su Google Maps in modo da essere pronti per le novità future di Google. Di seguito alcuni consigli per migliorare la propria visibilità in 5 passaggi:

1. Rivendicare la proprietà della pagina dedicata alla propria location: Google la verifica in due modi: chiamandovi al numero che avete indicato o spedendovi una cartolina con un codice.

2. Verificare che la posizione sulla mappa sia precisa. Se non lo è occorre chiedere una revisione da Google Map Maker.

3. Aggiungere informazioni accurate: il sito web ufficiale della società, gli orari di apertura della location, modalità di pagamento, numeri di telefono e servizi offerti.

4. Scegliere la categoria più adatta o inserirne una personalizzata.

5. Curare la pagina Google+ legata a Google Maps: inserire con frequenza contenuti, foto e video per aumentare il coinvolgimento dei lettori.

Domenico Palladino

Commenta su Facebook