Con Google Glass il primo evento trasmesso in live streaming direttamente "dagli occhi" dei partecipanti
A
Potrebbe essere l’inizio di una nuova era nel live streaming degli eventi quella che si inaugurerà negli Stati Uniti questa settimana. L’evento in questione è sportivo, per la precisione una partita di basket: i Sacramento Kings, una delle 30 squadre dell’NBA, il massimo campionato professionistico americano, hanno infatti annunciato che offriranno ai propri fan una nuova esperienza di partita trasmettendola, in diretta, dal punto di vista di chi vi assiste a bordo campo attraverso i Google Glass.

Il debutto della tecnologia è previsto per il 24 gennaio, in occasione della partita in casa dei Kings contro gli Indiana Pacers. Gli occhi saranno quelli di Slamson (la mascotte della squadra), delle Kings Dancers, dei reporter a bordo campo e di tutti coloro che si trovano vicino al cuore del match: le immagini di ciò che osserveranno in prima persona saranno proiettate su un megaschermo all’interno della Train Arena, il palazzetto dello sport dove si svolgerà la partita, e in live streaming a beneficio dei fan rimasti a casa.

L’esperienza sarà supportata da CrowdOptic, una piattaforma software che analizza in tempo reale il feed dei Google Glass e invia al megaschermo dell’arena solo i migliori contributi live catturati. CrowdOptic analizza in tempo reale dove sono rivolti i Google Glass, e in futuro potrà offrire ulteriori servizi alla squadra, come per esempio il miglioramento della app mobile per negozi e facilities all’interno del palazzo dello sport.

“I fan potranno, semplicemente indirizzando i propri smartphone o tablet, vedere la partita dal punto di vista di un’altra persona. È solo questione di tempo prima che i Google Glass diventino parte integrante della visione in diretta di un evento sportivo” ha detto il presidente dei Kings Chris Granger. La squadra ha già testato la tecnologia durante la partita con i Cleveland Cavaliers lo scorso 12 gennaio, traendone un video diffuso su YouTube. Eccolo sotto.

Commenta su Facebook