Confindustria Intellect, Ezio Lattanzio succede a Diego Masi alla presidenza
A

Ezio Lattanzio

Il nuovo presidente di Confindustria Intellect, la federazione delle associazioni di Confindustria dedicate alla consulenza, alla comunicazione, alle ricerche e ai contenuti digitali, è Ezio Lattanzio, che con una votazione alll’unanimità in Giunta succede nel ruolo a Diego Masi.

Lattanzio, 52 anni, è partner fondatore di Lattanzio Group, una delle maggiori strutture di consulenza italiane, ed è anche presidente di Assoconsult, l’associazione che riunisce le imprese che operano nel settore della consulenza. “Lavoreremo per valorizzare le sinergie tra le maggiori associazioni italiane di servizi avanzati e per migliorare il dialogo con le istituzioni” ha dichiarato Lattanzio. “I KIBS (Knowledge Intensive Business Services) – cioè la tipologia di servizi alle aziende forniti dai membri delle associazioni – sono un fattore moltiplicatore della crescita per ogni sistema paese”. aggiunge.

Confindustria Intellect rappresenta circa 1.000 imprese, con un giro di affari intorno ai 4 miliardi di euro e 25.000 dipendenti, dimensioni che ne fanno la maggiore realtà del settore avanzato del terziario italiano. Ne fanno parte Assirm (ricerche di mercato), Assocom (agenzie di comunicazione), Unicom (agenzie italiane di comunicazione), Assorel (pubbliche relazioni), Assoconsult (società di consulenza) e Fedoweb (associazione del web publishing italiano).

Il comitato di presidenza di Confindustia Intellect è ora composto da Ezio Lattanzio, Beppe Facchetti, Donatella Consolandi, Elserino Piol, Marco Testa, Umberto Ripamonti e dal past president Diego Masi.

Commenta su Facebook