I dipendenti Amway di 50 paesi volontari per un giorno con la campagna di responsabilità sociale One by One
A
Ha scelto il 20 novembre, Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia, per una grande iniziativa di responsabilità sociale che ha coinvolto in contemporanea decine di migliaia di persone in tutto il mondo. Amway, società di distribuzione e vendita di prodotti di consumo, ha dato vita per la prima volta, con un coordinamento a livello planetario, alla Giornata Mondiale di Volontariato Amway, cui hanno partecipato i dipendenti di oltre 50 paesi.

In Italia i dipendenti Amway hanno contribuito a una raccolta fondi in prodotti per la cura della casa e l'igiene personale e, il 20 novembre, si sono occupati personalmente di imballarli e consegnarli alle quattro Onlus di riferimento: Casa AIL, SOS Villaggi dei Bambini, CasAmica e Fondazione Meyer.

"Le città coinvolte nell'evento" spiega Riccardo Gastoni, corporate affairs di Amway "sono state Milano, Roma, Pesaro, Pescara e Firenze, con una ventina di dipendenti che si sono occupati dello stoccaggio". Circa 2mila i flaconi raccolti, "un buon risultato, se pensiamo che si tratta di prodotti molto concentrati che, quindi, hanno una lunga durata". Nei soli Stati Uniti la Giornata ha registrato la partecipazione di un migliaio di dipendenti.

In Italia Amway collabora già da diversi anni con la Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze: "Sul territorio toscano" dice Gastoni "raccogliamo circa 20-30mila euro l'anno, che devolviamo alla Fondazione per l'acquisto di macchinari per l'ospedale come parte delle nostre attività di responsabilità sociale". Amway Italia collabora anche con la Fondazione Milan: "In qualità di sponsor del Milan" specifica Gastoni "ogni anno contribuiamo ai progetti della Fondazione, dalla fornitura di macchinari per l'Ospedale Buzzi di Milano alla creazione di campi da calcio all'Aquila e a Napoli".

A livello mondiale la campagna Amway One by One per l'infanzia, che compie i 10 anni di vita e rappresenta la punta di diamante della politica di CSR aziendale, ha registrato 2,7 milioni di ore di volontariato e donazioni complessive per 190 milioni di dollari a favore di 10 milioni di bambini in tutto il mondo.

"I nostri dipendenti" spiega Gastoni "hanno a disposizione due giornate l'anno, pagate, da dedicare a iniziative sociali, dalla collaborazione con le Onlus agli interventi di emergenza come è accaduto lo scorso anno, quando i nostri volontari sono intervenuti a fianco della Caritas a Finale Emilia, per rimuovere le macerie degli edifici crollati a causa del terremoto".

Commenta su Facebook

Altro su...

CSR