Apre a Firenze BTC 2013, focus sul valore dell’industria degli eventi come risorsa per il sistema paese
A
Il settore congressuale si riunisce oggi e domani a BTC, l’unica fiera degli eventi in Italia, per fare business e rilanciare il proprio ruolo di comparto produttivo che produce valore economico per il paese. La fiera, che si svolge alla Fortezza da Basso di Firenze il 12 e 13 novembre, è infatti incentrata quest’anno sugli ambiti di collaborazione fra le istituzioni e gli operatori per sviluppare la competitività della destinazione Italia nell’acquisizione di eventi internazionali, nel potenziamento dell’offerta e nell’incremento della qualità del prodotto congressuale italiano.

Dopo il taglio del nastro, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Toscana Cristina Scaletti, si terrà la conferenza stampa dalla presentazione del nuovo Comitato di coordinamento per lo sviluppo del congressuale italiano composto da Federcongressi&eventi, Federturismo Confindustria, Assoturismo, Confcommercio, Enit e Regioni: costituito da un protocollo d’intesa siglato la scorsa estate, il Comitato entra ora nella fase operativa rivelando unità di intenti fra le istituzioni e le associazioni di categoria.

L’altro appuntamento di rilevo della prima giornata di fiera è quello con il primo Italian Politicians Forum, che si propone di riunire politici e amministratori locali per un convegno-dibattito che metterà in luce dinamiche, caratteristiche e problematiche del settore. Attraverso le relazioni di speker nazionali e internazionali (ospiti dall’estero saranno Rolf Foth, assessore Marketing e Turismo della regione metropolitana di Amburgo, e Matthias Schultze, managing director del German Convention Bureau), si affronteranno i due temi principali del forum: quali sono i benefici economici e i vantaggi “intangibili” che gli eventi portano ai territori che li ospitano e come la politica può intervenire per supportarne, determinarne e incrementarne l’acquisizione.

Sotto, da scaricare, i tre report di ICCA, JMIC e BeSydney che saranno distribuiti come materiale integrativo durante il Forum, nonché la Dichiarazione di sostegno alla meeting industry che i politici presenti saranno invitati a sottoscrivere.

Nel corso della giornata, inoltre, si terranno i primi 4 seminari in programma: I trend economici, tecnologici e demografici che stanno cambiando il mondo degli eventi, tenuto dal docente e analista di settore Rob Davidson; l’incontro sul crowdfunding quale nuovo modello per la sostenibilità finanziaria degli eventi, tenuto da Laura Calciolari e Roberta Zarpellon; le nuove tecnologie per progettare eventi collaborativi e interattivi, condotto da Stefania Conti Vecchi e, infine, la tavola rotonda con DJ set di WHR Corporate su come i social media possono incrementare il fatturato alberghiero.

Commenta su Facebook