Telepresenza: arriva il robot Ava 500 per meeting virtuali e site inspection da remoto
A
Lavorare fuori sede senza, per questo, perdersi i meeting con i colleghi o i corsi di formazione, ma anche "incontrare" i colleghi d'oltreoceano senza lasciare il proprio ufficio, o confrontarsi con i collaboratori da una postazione remota: queste le opportunità che potrà fornire alle aziende Ava 500, il nuovo robot a navigazione  autonoma che la società iRobot sta mettendo a punto insieme a Cisco.

Un progetto che non vuole soppiantare i meeting face to face, che restano insostituibili, quanto piuttosto fornire un'integrazione alle riunioni live, rispondendo all'esigenza di connettersi in remoto con una soluzione che consenta di riunirsi in ogni momento a colleghi e collaboratori, oltretutto risparmiando il costo della trasferta di rientro in caso di meeting urgenti non programmati.

Ava 500 sarà pronto a partire dal 2014 e combina un robot al sistema di telepresenza video EX60 di Cisco: il robot è mobile e dà agli utenti che si collegano da remoto anche la libertà di movimento "virtuale" negli spazi dell'ufficio, come se si trovassero fisicamente in loco.

Ava 500 si programma e si controlla usando un'interfaccia su iPad e selezionando una destinazione con l'indicazione di una location sulla mappa, oppure scegliendo una stanza o il nome di un collega, e il robot si muove per raggiungere la posizione desiderata. Il tutto può avvenire in modalità privata, con lo schermo in bianco, o pubblica, con il volto dell'utente remoto riprodotto sul display.

Uno degli utilizzi possibili del robot, grazie alla sua mobilità, è quello delle site inspection "virtuali": un'applicazione interessante, per esempio, per le agenzie che si recano a visitare le location per futuri eventi e che possono mostrarle "in diretta" al cliente rimasto nel proprio ufficio.

Commenta su Facebook