Apre a Milano il World Communication Forum: due giorni su come cambia la comunicazione nella social economy
A
È tecnicamente una prima edizione, quella del World Communication Forum che apre oggi 10 aprile a Palazzo Mezzanotte di Milano, ma di fatto il format è quello di due manifestazioni, il Forum della Comunicazione e il Forum della Comunicazione Digitale, che negli ultimi anni hanno catalizzato l’attenzione dei professionisti della comunicazione per ampiezza e varietà dei contenuti. Da quest’anno dunque, Comunicazione Italiana, il “business social media” di Fabrizio Cataldi che li ha inventati, ha riunito i due Forum per dare vita a un unico evento di due giorni dedicato alla comunicazione d'impresa e istituzionale e cui partecipano manager, imprenditori, rappresentanti delle istituzioni, comunicatori, esperti di digital e di social media, per una platea complessiva attesa che si stima intorno alle 3mila persone.

Il claim di quest’anno è Welcome To The Social Economy, tema dal quale parte un programma che si articola sugli argomenti legati al cambiamento della comunicazione nella società e nell’economia contemporanee: il rilancio degli investimenti in comunicazione per uscire dalla crisi, le nuove sfide digital per le imprese, il ruolo del mondo dell'informazione, le nuove professionalità del settore.

Il format prevede un programma di “main session”, cioè convegni o talk show di ampio respiro che prevedono la partecipazione di esperti e professionisti di noti brand e aziende, preceduti da keynote speech di 15 minuti; parallelamente, c’è un programma di workshop tematici tenuti da aziende che operano nella comunicazione e uno di “best practice session”, sessioni che presentano case history d’eccellenza nei vari ambiti della comunicazione online e offline.

Fra i tanti keynote speech, si segnalano From brand communication to brand engagement tenuto da Marco Ehmer, direttore marketing di BMW, quello sulla weEconomy di Cristina Favini di Design Logotel oppure quello sui contenuti virali tenuto da Dario Caiazzo di Ebuzzing Social Italia. Le main session toccheranno argomenti quali il rilancio degli investimenti in comunicazione per uscire dalla crisi, le sfide della comunicazione per le imprese, la PA e istituzioni, la promozione dell’innovazione attraverso la cultura della comunicazione, il content management e i social media, la social collaboration per rendere “smart” il lavoro, le strategie di engagement nel settore turistico.

Per la prima volta poi, entrano nel programma anche le tematiche del congressuale, con la tavola rotonda Opportunità e strategie di sviluppo del turismo congressuale internazionale in Italia, specificatamente focalizzata sulla tematica dell’incoming dall’estero, di grande attualità per gli operatori della meeting industry. La parte di B2B, infine, è rappresentata dal Business Matching Program, programma di incontri con cui gli organizzatori offrono ai partecipanti l'opportunità di mettersi in relazione fra loro per creare opportunità di business nazionali e internazionali.

Il programma completo del World Communication Forum è consultabile sul sito della manifestazione.

Commenta su Facebook