App per eventi, da supporto per i partecipanti a strumento di business intelligence: ecco come ne cambia l'utilizzo
A
Saranno multi evento, rileveranno i flussi di movimento e serviranno come strumento di business intelligence: si evolve molto rapidamente l'utilizzo delle applicazioni per dispositivi mobili, che sono entrate nell'organizzazione degli eventi per potenziare l'engagement dei partecipanti, per facilitare il networking e come contenitori di informazioni aggiornate e materiali prima divulgati in forma cartacea.

Genie Mobile, società britannica specializzata nello sviluppo di app per eventi, ha elaborato 10 previsioni su come questa tecnologia e il suo utilizzo da parte degli organizzatori di eventi cambieranno già nel corso del 2013.

1. Le piattaforme mobili saranno integrate al web
I commitenti (cioè gli organizzatori o promotori di eventi) richiederanno soluzioni che funzionino sia su computer che su dispositivi mobili. Quello della compatibilità diverrà uno standard, soprattutto alla luce del fatto che i partecipanti agli eventi utilizzano più dispositivi per trovare le informazioni di cui hanno bisogno.

2. Le applicazioni degli eventi diverranno una norma
Così come la pre-registrazione online è oggi uno standard per eventi di qualunque tipologia, anche il download dell’app di un evento diverrà norma di mercato.

3. Gli organizzatori dell’evento si aspetteranno dalle app un crescente ritorno sull’investimento
Oltre a essere un contenitore di informazioni utili al partecipante, l’app è anche uno strumento che giocherà un ruolo significativo nel marketing dell’evento e dal quale i committenti si aspetteranno di ottenere contatti di business, informazioni sul loro pubblico e veicolazione del proprio brand e messaggio.

4. Le app multi evento sostituiranno quelle per eventi singoli
I promotori/organizzatori di eventi possono utilizzare un’unica applicazione per eventi diversi ma correlati, con un notevole risparmio di tempo dal punto di vista dell’implementazione e il vantaggio per i partecipanti di scaricare una sola app che diventa un “centro di informazioni” costantemente aggiornabile.

5. La qualità sarà più importante delle caratteristiche dell’applicazione
Con l’ampliarsi del mercato e della competizione, la qualità delle applicazioni e del servizio fornito dagli sviluppatori sarà il fattore determinante per la vendita (ma anche per l’acquisto) del prodotto.

6. I clienti ridurranno il numero dei fornitori di tecnologia
Chi oggi lavora con fornitori diversi (per il sito web, il software di registrazione, il layout dell’area espositiva, etc) opterà in futuro per un interlocutore unico che offra un pacchetto completo di tutti i servizi necessari.

7. Gli organizzatori di eventi utilizzeranno le app come strumenti di business intelligence
Le applicazioni non sono uno strumento a valore aggiunto soltanto per i partecipanti all’evento, ma anche per gli organizzatori che, basandosi sull’utilizzo che ne è stato fatto, possono trarne una miniera di informazioni da utilizzare nella progettazione di eventi futuri.

8. Chi commissiona le app vorrà differenziarne le caratteristiche in base al dispositivo cui sono destinate
È sempre più chiaro che cosa differenzia uno smartphone da un tablet e quali format di contenuti sono fruibili dall’uno e dall’altro. Il trend sarà dunque quello di progettare applicazioni che tengano conto delle specificità dei dispositivi nel formattare i contenuti da veicolare.

9. La realtà aumentata sostituirà il QR code
Ancora in fase sperimentale, la tecnologia della realtà aumentata, nata specificatamente per dispositivi mobili, sarà disponibile attraverso applicazioni mobili, consentendo di realizzare idee di marketing creative e sostituendo il più “statico” QR code.

10. Le app rileveranno il movimento
Lo sviluppo della tecnologia consentirà agli organizzatori, tramite le applicazioni mobili, di rilevare e analizzare i flussi di movimento delle persone nell’area dell’evento.

Commenta su Facebook