Virtual Edge Institute lancia Digital Event Center, la certificazione per centri congressi che supportano eventi ibridi
A
Si chiama DEC (Digital Event Center) e i primi a ottenerla sono stati il Dallas Convention Center negli Usa e il Metro Toronto Convention Center in Canada: la nuova certificazione messa a punto dal Virtual Edge Institute, organizzazione americana che promuove l’adozione delle tecnologie nei meeting e che ne riunisce i fornitori, è stata pensata proprio per aiutare le sedi per eventi, siano esse centri congressi, alberghi o location, a dotarsi di attrezzature e competenze per poter operare anche sul fronte degli eventi ibridi, cioè composti da una parte “live” e una parte online.

“Il programma di certificazione DEC è stato sviluppato a seguito di un’indagine dalla quale è emerso che molti organizzatori sono interessati ad aggiungere l’aspetto virtuale ai propri eventi e a renderli “ibridi”, ma non sanno come procedere: sono preoccupati dei costi e non hanno le risorse per progettare e gestire il processo” dice Michael Doyle, direttore esecutivo del Virtual Edge Institute.

Con il DEC sono le strutture ad attrezzarsi, garantendo soluzioni che consentono loro di guidare i clienti e di minimizzare i rischi. Il processo di certificazione comprende una verifica iniziale per valutare le infrastrutture e la capacità di Rete della sede per eventi, e poi l’analisi delle dotazioni interne in termini di attrezzature audiovisive, impianti elettrici, arredi per allestire uno studio virtuale. Infine, il programma DEC prevede che uno o più membri dello staff della struttura si iscrivano al programma di formazione specifico.

“Attraverso il DEC, lavoreremo con gli organizzatori di eventi nelle strutture certificate e forniamo loro un kit per guidarli nella progettazione ed esecuzione di un evento ibrido di successo e di cui possano dimostrare il valore” dice Doyle.

Commenta su Facebook