Vogue Fashion Night Out: successo di pubblico a Milano, il 15 settembre la prima edizione romana
A
Milano affollata, negozi aperti fino alle 23.30, modelle, concerti di strada e spettacoli di ogni tipo. E non solo nelle vie più glamour della città. Un successo di pubblico e una ricetta che si rinnova per il terzo anno consecutivo: è il bilancio della Vogue Fashion Night Out che si è svolta giovedì 8 settembre, con 650 negozi che hanno prolungato l'orario per l'occasione.

Il format ideato dal mensile di moda edito da Condè Nast viene replicato in tutto il mondo (dagli Stati Uniti alla Russia, dalla Cina alla Corea) e quest'anno in Italia ha deciso di raddoppiare, con un secondo evento in programma a Roma giovedì 15 settembre. L'imperativo è sempre quello di avvicinare la moda al grande pubblico, permettere agli appassionati di incontrare gli stilisti, fuori dall'ambiente esclusivo delle passerelle.

Location principale per gli eventi nell'evento, assieme al celebre quadrilatero fashion formato da via Montenapoleone, via Manzoni, via della Spiga e corso Venezia, è stato il quartiere di Brera, con protagonista la musica (classica, jazz e dj set). Note anche nella stazione di Cadorna e in Piazza San Fedele: due concerti organizzati in collaborazione con il vettore ferroviario Trenord e MITO SettembreMusica, il grande festival culturale dell'autunno a Milano e Torino. Quest'anno, inoltre, sono state coinvolte anche le zone di corso Vercelli, via Belfiore e corso Genova, con allestimenti e cocktail party.

Dall'evento alla responsabilità sociale: molte delle boutique, griffe e store che hanno aderito all'evento hanno realizzato un oggetto speciale in edizione limitata, il cui ricavato è stato donato all'Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi. Lo scorso anno i proventi erano andati alla realizzazione e cura del giardino pubblico del Villaggio Barona. Le t-shirt ecosostenibili dell'evento sono state messe in vendita sul sito di shopping QVC.

“Moda, cultura e solidarietà. Tre espressioni della sensibilità umana che si declinano all’interno di uno stesso evento per offrire, insieme al divertimento, l’opportunità di nuove connessioni tra mondi solo apparentemente lontani”, ha detto l’assessore alla Cultura, Expo, Moda e Design, Stefano Boeri. “Vogue Fashion's Night Out, infatti, è un evento che non solo promuove l’incontro tra la città e uno dei suoi più importanti settori produttivi, ma offre anche un sostegno reale alla vita culturale di Milano”.

“Siamo felici di proporre alla città un evento che vede ogni anno sempre maggior partecipazione” ha sottolineato il direttore di Vogue Italia Franca Sozzani. “Questo appuntamento è un segno importante del nostro impegno per avvicinare il mondo della moda - spesso percepito come lontano ed esclusivo - a tutte le persone appassionate e curiose. Al tempo stesso, Vogue Fashion's Night Out rappresenta un grande momento di festa collettiva capace di dare alla città nuova luce e nuova energia”.  

All’evento hanno partecipato diverse aziende: Lancia ha esposto alcuni esemplari della Ypsilon (fashion city car) e un’installazione luminosa. Caffè Vergnano ha allestito punti degustazione tra boutique e cortili, mentre American Express regala un abbonamento semestrale gratuito a Vogue Italia a tutti i titolari di Carta Premium che l’hanno utilizzata a Milano o che lo faranno a Roma.

Nellla prima tappa romana in assoluto, il 15 settembre, si terrà la premiazione del Campari Red Passion Prize, riconoscimento destinato a un grande nome dello stile italiano, attribuito quest’anno a Dante Ferretti, scenografo italiano di fama internazionale. Il premio sarà consegnato dal direttore di Vogue Franca Sozzani, con riconoscimenti speciali anche per gli attori Elio Germano e a Bianca Balti, scelti dal pubblico per la propria passione ed eleganza, tramite un sondaggio sul sito Vogue Fashion's Night Out.

Commenta su Facebook