Fuori BIT 2012: il format del "fuori evento" raccoglie consensi anche nel turismo
A
In occasione di BIT, la Borsa Internazionale del Turismo ospitata a Fiera Milano dal 16 al 19 febbraio, è stato organizzato e coordinato un calendario di eventi collaterali seguendo il format del Fuori Salone, un Fuori BIT dal titolo BIT-Milano-Expo 2015: tutto il Mondo in città, Milano al centro del Mondo.

Si tratta della seconda esperienza, dopo gli eventi organizzati l’anno scorso spontaneamente in città nei giorni della fiera dagli enti del turismo esteri per ripetere il successo del format partito dal Salone del Mobile, fenomeno tipicamente milanese che ha crescente seguito.

Quest’anno per la prima volta, anche in vista dell’Expo (e delle sinergie che i vari attori del turismo della città dovranno attuare), si è deciso di dar vita a un vero e proprio progetto coordinato, che ha coinvolto l’Assessorato al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale del Comune di Milano, Fiera Milano, Expo 2015, l’Associazione Commercianti Brera e alcuni enti di promozione turistica.

Ne è scaturito un ricco cartellone di eventi – mostre fotografiche, appuntamenti musicali, culturali ed enogastronomici – sparsi in varie location della città, e comunicati sotto un unico brand, dai canali di comunicazione di tutti i partner.

Dalla Slovenia che, alla Triennale, ha proposto una mostra dedicata alla creatività e al design, fino alla Serbia che ha organizzato un concerto itinerante per la città dell'orchestra "Nema Problema" a bordo di un double decker bus. La Polonia, che ospiterà gli Europei di calcio del 2012, nello storico palazzo del Touring Club Italiano, ha invece allestito una mostra fotografica dedicata alle spettacolari miniere di salgemma di Wielicizka.

Interessante l’esperienza Brera IN Night, quartiere-fulcro delle iniziative Fuori BIT, dove sono stati proposti in contemporanea eventi di nazionalità diverse, in location del tutto eterogenee: degustazioni e concerto di Fado per il Portogallo allo Spazio Eleonora Scaramucci, danze tipiche marocchine presso la Boutique Marina Testa, degustazioni di prodotti greci in quattro diversi locali, danze e canti d’Irlanda al Pub O’Connell e presso l'antiquario Antichi Vizi. L’idea, infatti, è stata quella di creare una specie di distretto dove chi di giorno è stato in fiera, ma anche tutto il pubblico allargato della città, possa trovare una ricca offerta di intrattenimento, passeggiando per il quartiere. L’esperienza è dunque destinata a crescere.

Commenta su Facebook