Alla coreana Pyeongchang i Giochi olimpici invernali 2018
La città asiatica, scelta dal Comitato Olimpico Internazionale al primo turno di voto, ha battuto la concorrenza di Monaco e la debole candidatura della francese Annecy. Con la vittoria coreana aumentano le speranze di Roma per l'Olimpiade 2020.
A
Sarà la coreana Pyeongchang la sede di Giochi olimpici invernali del 2018. Per eleggerla è stato sufficiente il primo turno di voto nella 123° riunione del Comitato olimpico internazionale. Le altre candidate erano la tedesca Monaco e la francese Annecy. Hanno votato i 95 membri del CIO, quindi il quorum era stato fissato a quota 48 voti.

Durante tutta la giornata di ieri le tre candidate hanno illustrato a Durban (Sudafrica) i progetti per l’edizione 2018 dei Giochi: il testimonial numero uno della tedesca Monaco è stato Franz Beckenbauer, vecchia gloria del calcio teutonico, accompagnato dalla due volte campionessa olimpica di pattinaggio Katarina Witt e dal presidente della Repubblica federale, Christian Wulff, che ha sottolineato l’unità del Paese a sostegno della candidatura.

Agguerrita la delegazione della coreana Pyeongchang, alla quale guardava con un occhio di riguardo Roma (meglio un’Olimpiade in Asia per spianare la strada alla candidatura italiana per il 2020) guidata dal presidente Myung Bak Lee: “Pyeongchang è una priorità nazionale per il governo e lo è stata negli ultimi dieci anni, con un sostegno totale e incondizionato. Ora aspettiamo il vostro sostegno perché organizzare i giochi olimpici e paralimpici è il nostro sogno” ha dichiarato il capo dello Stato asiatico. La campionessa olimpica di pattinaggio Yu-na Kim, la medaglia di bronzo a Torino 2006 Toby Dawson e il campione olimpico di taekwondo ad Atene 2004, Dae Sung Moon, si sono alternati sul palco per la loro causa.

La francese Annecy, capoluogo dell’Alta Savoia, è stata sfavorita dal ridotto budget a disposizione per le attività promozionali (secondo il governo si trattava però un “problema superato”) e aveva puntato tutto sul fattore natura: le suggestive montagne transalpine per incantare atleti e pubblico da tutto il mondo.

Commenta su Facebook