Google lancia Hire, l’applicazione per le PMI che facilita la selezione dei candidati e la gestione dei colloqui di lavoro
A
Dopo Google for Jobs arriva Google Hire, la nuova applicazione con cui Mountain View conferma il proprio interesse per il mercato del lavoro. Ma se Google for Jobs, lanciata lo scorso maggio, è un aggregatore di annunci che mette in contatto le imprese con posizioni aperte con i potenziali candidati, Google Hire è invece uno strumento che aiuta le imprese a gestire le fasi di reclutamento del personale e l’organizzazione dei colloqui.

Disponibile per adesso solo negli Stati Uniti e rivolta alle aziende con meno di mille dipendenti, l’applicazione si integra alla “G Suite”, cioè i servizi di Google per il lavoro (Gmail, Calendar, Drive etc), consentendo di ottimizzare la gestione di dati attraverso tutti gli strumenti.

Per esempio, Hire può accorpare tutte comunicazioni con il candidato effettuate tramite Gmail, tenendo traccia di tutte le email ed evitando che qualcosa vada perduto; gli appuntamenti per i colloqui pianificati su Hire vengono trasferiti automaticamente su Calendar, completi delle informazioni di contatto; le informazioni raccolte su ogni candidato, inoltre, grazie all’integrazione con Fogli possono essere automaticmente organizzate in fogli di lavoro.

Commenta su Facebook

Altro su...

Tecnologia