Buy Tourism Online apre giovedì: nuove soluzioni web, speed date con i buyer e blogger da tutta Italia
A
Quasi tutto esaurito per le iscrizioni alla BTO – Buy Tourism Online, comunica l’organizzazione della fiera dedicata alle nuove tecnologie per il travel, che aprirà i battenti giovedì alla Stazione Leopolda di Firenze. L’evento si pone come momento di formazione, analisi e interpretazione degli scenari di mercato e dell’impatto delle nuove soluzioni web sul turismo. Gli iscritti a BTO potranno partecipare a dibattiti e tavole rotonde, ponendo domande ai relatori attraverso Twitter e altre piattaforme di condivisione, seguire sessioni formative su tecniche e strumenti operativi per il business, entrare in contatto con altre aziende e potenziali partner.

I trend fondamentali del settore saranno discussi durante la presentazione del PhoCusWright Italian Travel Overview Report, aggiornata al mese di novembre, sulle dimensioni e i trend del turismo online nel Paese: il keynote di un’ora sarà svolto dalla specialista del mercato continentale, Florence Kaci, direttrice commerciale EMEA della società di ricerca.

Per l’incontro con i buyer è stato importato dagli Stati Uniti un nuovo format, lo speed date. Quattro percorsi a tema, con ogni buyer al suo desk: i visitatori, una volta scelto il percorso desiderato, dovranno ritirare un modulo (non è necessario prenotare) e avranno a disposizione otto minuti per proporsi. Inoltre, sono stati invitati a BTO 75 blogger da tutta Italia, selezionati in base all’attinenza dei propri spazi web con almeno uno degli undici argomenti di contenuto proposti dall’evento. Le aziende espositrici, tutti fornitori di soluzioni we, sono circa una trentina.
 
Il programma della due giorni di lavori (1 e 2 dicembre) è stato organizzato dal comitato scientifico in undici argomenti o “track”, percorsi formativi e informativi di primo piano per il futuro di questo mercato che prevedono, nel complesso, oltre cento eventi. I principali si terranno nella Main Hall (capienza 500 persone) gli altri nelle cinque Hall Focus (capienza media 100 persone).

Tra i temi in programma, le novità nel campo delle applicazioni e dei canali mobili, che comprendono ad esempio l’incontro FourSquare, Flash Deals & dintorni: come le persone utilizzano la Rete per spendere i loro soldi (offline). Un altro argomento chiave, la web reputation e le strategie che le strutture ricettive possono attuare per gestirla e valorizzarla, sarà trattato da uno dei maggiori consulenti dell’industria dell’ospitalità: Daniel Edward Craig, ex manager dell’Opus Hotel di Vancouver ed executive marketing & sales di Canadian Airlines. In agenda anche le “strategie dei big player” con un’intervista a Expedia nel contesto di un focus sull’utilizzo dei social media, presentato da Blogmeter.

Spazio anche ai flussi turistici dai Paesi BRIC - Brasile, Russia, India e Cina: di quest’ultima e di come entrare nel suo mercato si parlerà il 2 dicembre in un incontro specifico. Mentre per il track “governance e marketing territoriale” l’attenzione sarà sugli sforzi compiuti dalle destinazioni per promuoversi in un contesto di crisi. Nell’ambito meeting e incentive si terrà invece un incontro organizzato MPI Italia Chapter sul rapporto tra l’innovazione e il mondo degli eventi.

Una sezione è dedicata inoltre al ruolo della reputation: sarà l’occasione per analizzare, con il Maremma Brand Index, gli ultimi 60 anni di comunicazione dell’area toscana. I direttori marketing interessati a differenziare le proprie proposte con il turismo responsabile troveranno un apposito workshop nella seconda giornata di lavori. Sempre venerdì, si parlerà a lungo di social commerce: il boom dei siti di couponing (Groupon e affini) e il loro impatto sul modo di concepire le promozioni.

Commenta su Facebook