Cento eventi per la "Settimana del gioco in scatola" di Hasbro
A
Nove giorni di eventi ludici dedicati alle famiglie, oltre 100 eventi in altrettante città, 100 locali, 50 scuole, 50 oratori e 10 università coinvolti: da oggi al 20 novembre si svolgerà in tutta Italia la Settimana del gioco in scatola, promossa da Hasbro (il produttore degli storici Monopoly e Trivial Pursuit) con l’obiettivo di diffondere la cultura del gioco, anche come veicolo di valori educativi. Alla kermesse hanno aderito 100 Comuni su tutto il territorio nazionale, da Torino a Catania, passando per Venezia, Roma e L'Aquila.

Nella capitale, ad esempio, sabato 19 novembre si terrà un pomeriggio di giochi nel Complesso Santa Maria della Pietà. Nel capoluogo veneto, invece, la giornata sarà allargata a giochi di ruolo, scacchi e bridge con il coinvolgimento di diverse associazioni del territorio. Nel sito è disponibile il calendario completo delle giornate.

L’evento inaugurale si è tenuto sabato 12 novembre al Mediolanum Forum di Assago, alle porte di Milano. La giornata ha visto in campo 250 nuclei familiari che si sono contesi il titolo di Famiglia in gioco 2011: l’organizzazione ha richiesto 3.000 metri quadrati di spazio con 1.500 posti a sedere. Oltre mille i partecipanti, che si sfideranno con i titoli Hasbro, i più classici (Monopoly, Trivial Pursuit, Cluedo, Indovina chi, Forza 4, Taboo e Twister) e i nuovi (Cranium, Boogle Flash e Triominos).

Tra gli sponsor dell'evento milanese Hannspree, leader nella produzione di monitor, televisori e prodotti di elettronica di consumo, Snapfish, tra i maggiori fornitori di servizi online per la fotografia che metterà in palio 50 mila codici per 40 stampe in omaggio, Pepsi, e Conserve della nonna.

Hasbro ha realizzato a supporto dell'iniziativa una pagina Facebook ufficiale (Stasera si gioca) e un sito dedicato, attraverso il quale il pubblico riceverà le informazioni e potrà partecipare a una promozione: dal 12 al 20 novembre, acquistando giochi Hasbro per 40 euro si riceveranno 20 euro di ricarica telefonica.

Inoltre sono stati realizzati due progetti specifici per il mondo della scuola. Il primo, dedicato ai bambini delle scuole primarie di primo e secondo grado, consiste nel concorso Creatività in scatola, al quale hanno aderito 50 istituti e che premierà la creazione di un gioco originale; il secondo vede il coinvolgimento di 10 atenei universitari, dove gli studenti organizzeranno speciali tornei a Monopoly e Trivial Pursuit.

La Settimana del gioco, inoltre, sostiene l’iniziativa sociale Non nasconderti dal gioco, nasconditi per gioco promossa dalla cooperativa sociale Pepita, specializzata in progetti educativi: 50 oratori sul territorio nazionale animeranno eventi e tornei dedicati alle famiglie e ai bambini.

Sono invece un centinaio i pub e le librerie che hanno aderito all’iniziativa e si trasformeranno in ludoteche, dando la possibilità di organizzare tornei.

Commenta su Facebook

Altro su...

CSR

Eventi di marketing