Viaggi d’affari: sulla tratta Milano-Roma il treno avanza, ma non ha ancora sorpassato l’aereo
A
La tratta più affollata dai viaggiatori d’affari, quella fra Milano e Roma, è ancora percorsa nella maggior parte dei casi in aereo (52%). Niente sorpasso dell’alta velocità ferroviaria, almeno per il momento, pur se la domanda è in decisa crescita.

Lo dice l’ultima rilevazione della Business Travel Survey di Uvet American Express, secondo la quale da inizio 2012 i treni veloci hanno comunque guadagnato 10 punti percentuali sull’aereo, soprattutto in virtù della riduzione del tempo di percorrenza della tratta.

L’alta velocità cresce anche oltre la Milano-Roma: in generale, dal 2013 al 2014 il numero di trasferte business sulla rete ferroviaria veloce è aumentato del 17%, con un incremento di spesa del 12%. Considerando il triennio 2012­2014 l’andamento del numero di trasferte e delle spese di viaggio ferroviarie sono in crescita, rispettivamente, di 46 punti percentuali e di 36.

Solo il mercato dell’alta velocità ferroviaria, ha rilevato Uvet American Express, ha aumentato la domanda a fronte di un calo generalizzato dei trasporti: treni regionali -2%, aereo nazionale -11%, autostrade -9%. Dopo la Cina, è attualmente l’Europa ad avere la più estesa rete per l’alta velocità ferroviaria: 7.500 chilometri che nei prossimi anni diverranno 20mila. La rete più lunga è quella spagnola con oltre 2.500 chilometri, seguita da Francia (2.036) e Germania (1.352), mentre l’Italia non supera i mille chilometri di rete (923).

Commenta su Facebook