Il potere delle immagini: 10 motivi per integrare contenuti visivi nelle campagne di web e social media marketing
A
Sembra banale, ma non lo è: un’immagine vale più di mille parole e attira l’attenzione molto più di un paragrafo di testo. Lo hanno capito benissimo i social media, che modificano le proprie piattaforme per facilitare l’integrazione di contenuti visivi: Facebook ha cambiato l’impostazione grafica del newsfeed ingrandendo immagini e video, Twitter ha aggiornato le pagine dei profili per mostrare immagini più grandi e include foto e video nella propria timeline, mentre Pinterest e Instagram, piattaforme interamente basate sulle immagini, registrano un elevato grado di diffusione e popolarità fra gli utenti del web.

Nel frastuono del web, e dei miliardi di post pubblicati ogni giorno in rete da aziende, brand e utenti, una delle tecniche migliori per emergere è ancora quella di integrare elementi visivi (foto, infografiche, video, poster, disegni, grafici etc) a ciò che si pubblica, tanto su social come Facebook, LinkedIn o Twitter, quanto nei blog o sui siti internet aziendali. A spiegare perché le immagini hanno presa sugli utenti del web e quali vantaggi derivano dal loro utilizzo è Hubspot, che propone i 10 buoni motivi per includerle nelle campagne di content marketing. Eccoli.

1. I contenuti visivi sono elaborati dal cervello più velocemente
Il cervello umano recepisce le informazioni visive 60mila volte più velocemente rispetto a quelle contenute in un testo scritto. Poiché il cervello è in grado di assorbire una quantità limitata di informazioni in ogni dato momento, quelle elaborate più velocemente hanno la precedenza nell’attirare l’attenzione e nel rimanere impresse.

2. La comunicazione umana è basata al 93% su contenuti visivi
Il 90% delle informazioni che il cervello recepisce sono di carattere non verbale, tanto che, secondo le ricerche scientifiche, il 70% dei recettori sensoriali umani sono concentrati negli occhi. La massima efficacia nell’attirare l’attenzione si ottiene tramite la combinazione di elementi visivi e testi brevi e di impatto.

3. I contenuti visivi influenzano le emozioni
È scientificamente provato che i colori, o le loro combinazioni, generano emozioni specifiche. L’utilizzo mirato dei colori può anche influenzare il tipo di reazione a un messaggio: per esempio, se si tratta di una call to action che invita all’acquisto, i colori possono impattare sulla decisione o meno di procedere con l’ordine.

4. I contenuti visivi sono più comprensibili
Ciò che un testo scritto spiega in una pagina può essere condensato in un’immagine di comprensione immediata. In un’era in cui la parola scritta risulta sempre più faticosa da assorbire, l’immagine conferisce immediatezza e chiarezza al messaggio.

5. I contenuti visivi generano un maggior numero di visualizzazioni dei post
Secondo i dati disponibili, un post che contiene immagini o grafici di impatto può generare fino al 94% di visualizzazioni in più rispetto allo stesso post con solo testo. I comunicati stampa che contengono immagini, inoltre, sono visualizzati dai giornalisti il 14% in più di quelli che non sono corredati da elementi visivi.

6. I contenuti visivi che diventano virali generano link di collegamento al vostro sito
Un contenuto visivo apprezzato viene facilmente condiviso dagli utenti sui propri profili social, blog o quant’altro. Se il contenuto è cliccabile, la condivisione genera potenzialmente una quantità di link che portano al vostro sito, migliorandone l’indicizzazione sui motori di ricerca. Occorre quindi assicurarsi che ogni immagine sia taggata con le parole e descrizioni rilevanti.

7. I contenuti visivi portano più like, fan e follower
Un’immagine azzeccata attira più like, commenti e condivisioni del solo testo scritto, anche se egualmente azzeccato. La percentuale di incremento dell’engagement in presenza di un elemento visivo che accompagna il testo di un post su un blog, per esempio, è del 37%.

8. I contenuti visivi aumentano l’efficacia delle campagne su Facebook
L’uso regolare di foto, infografiche e video nella campagne su Facebook produce, dopo solo un mese, il 65% in più di interazioni con gli utenti.

9. I contenuti visivi stimolano le reazioni positive degli utenti
A parità di contenuto, di informazione o di messaggio, il 40% degli utenti di internet fornisce feedback più numerosi e commenti più favorevoli a un’immagine che al solo testo scritto.

10. I contenuti visivi in forma di video hanno un gradimento molto elevato
L’85% degli utenti internet negli Usa guarda regolarmente video online; nel mondo, inoltre, il 26% dei possessori di smartphone guarda i video sul proprio dispositivo mobile almeno una volta al giorno.

© Event Report – riproduzione consentita con credito e link alla fonte

Commenta su Facebook