Rifiuti professionali, una guida online gratuita spiega come smaltirli
A
Orientarsi nella giungla di normative e obblighi che regolano la gestione dei rifiuti prodotti dalle aziende (pile e accumulatori esausti, dispositivi elettronici) diventa sempre più complesso.

Un aiuto arriva dalla Guida ai rifiuti professionali, vademecum pubblicato da Ecolight, consorzio che unisce più di 1.500 imprese specializzate nel settore dello smaltimento dei rifiuti prodotti dagli uffici.

La guida, scaricabile gratuitamente dal sito previa registrazione dei propri dati, è stata scritta da Paolo Pipere (esperto di diritto dell’ambiente, di politiche ambientali pubbliche e di gestione ambientale d’impresa e responsabile del Servizio Ambiente ed Ecosostenibilità della Camera di Commercio di Milano) e si articola in 5 capitoli: cosa si intende per rifiuti professionali; la loro gestione e gli adempimenti richiesti; cosa sono e come devono essere compilati i formulari di trasporto; i registri di carico e scarico e l’avvio al recupero e smaltimento.

La gestione dei rifiuti professionali è responsabilità di chi li produce con aspetti molto delicati come la cosiddetta “presunzione di cessione” in base alla a quale l’azienda è tenuta a provare che i beni non più disponibili non sono stati venduti, evadendo le imposte, ma che, invece, sono stati regolarmente eliminati.

Non mancano, però, vantaggi come la riduzione della tassa comunale sui rifiuti: la legge, infatti, scorpora dalla tassa quelle superfici dove vengono prodotti rifiuti smaltiti direttamente dall’azienda.

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende

Libri e manuali