Vok Dams: negli Stati Uniti il mercato degli eventi è in pieno boom, i maggiori committenti sono le case automobilistiche
A
“Il mercato degli eventi Usa sta crescendo sopra la media”. È quello che riferisce Vok Dams, agenzia tedesca di eventi e live marketing con uffici in 8 città fuori dalla Germania fra cui New York, dove opera da diversi anni. Il trend, osservato direttamente sul campo negli ultimi mesi, non costituisce una sorpresa perché in generale, affermano in Vok Dams, il mercato degli eventi è in crescita un po’ ovunque.

Ciò che distingue il boom di mercato negli Stati Uniti è che è trainato soprattutto dall’industria automobilistica, che qui si è ripresa meglio e più velocemente rispetto a quella europea, stimolando anche i brand tedeschi, che hanno investito in innovazione e riduzione dei costi, a beneficiare della favorevole situazione di mercato americana.

Le auto, spiegano in Vok Dams, sono prodotti altamente emozionali, e come tali necessitano di una comunicazione emozionale, che è veicolata al meglio proprio attraverso gli eventi e amplificata dai canali digitali. L’utilizzo combinato della comunicazione “live” e di quella “digital” è particolarmente congeniale al mercato statunitense, dove il processo di digitalizzazione dei media è in fase molto avanzata.

L’evento di marketing è dunque non più un canale di comunicazione fra i tanti: negli Usa (ma non solo) è la piattaforma che consente al brand di dialogare direttamente con il proprio pubblico offrendogli un’esperienza emozionale, autentica e rilevante; l’esperienza “live” genera contenuti da veicolare su tutti i canali di comunicazione di riferimento per il target e diventa quindi l’epicentro della campagna di marketing, da cui poi parte e si dirama tutto il resto della comunicazione.

Questo processo, dice Vok Dams, è alla base dell’attuale boom del mercato negli Stati Uniti: l’evento come elemento propulsore della campagna di live marketing.

Commenta su Facebook