Mobile, aumentati del 30% gli italiani che prenotano viaggi con smartphone e tablet, prevale la fascia dei 30-40enni
A
Sono il 30% in più gli italiani che acquistano biglietti di viaggio attraverso dispositivi mobili, facendo guadagnare all’Italia il quarto posto nella classifica europea. A rilevare questi numeri è l’agenzia di viaggi online Tripsa che, analizzando i dati relativi al traffico degli utenti nel 2013, ha analizzato le abitudini di chi utilizza smartphone e tablet per informarsi e pianificare il proprio viaggio.

La ricerca è stata condotta su un campione di 9 paesi, per ognuno dei quali sono stati considerati il numero di biglietti acquistati in rete e gli accessi da dispositivi mobili. Con un 10,7% di prenotazioni online, l’Italia si attesta così al quarto posto, mentre il vertice del ranking è occupato da Russia (27,26%), Germania (20,99%) e Francia (13,92%). Seguono Turchia, Grecia, Spagna, Polonia e Romania.

Il 30% di incremento italiano su mobile rispetto al 2012 proviene per il 63% da smartphone e per il restante 37% da tablet; la fascia di età che maggiormente si affida al mobile è quella tra i 30 e i 40 anni, ossia il 33,9% del totale. La fascia 20-30 anni copre il 27,6%; segue l’utenza 40-50 anni con il 21,8% e quella 50-60 con il 10,2%.

“Social media e mobile sono due strumenti che si evolvono anno dopo anno, soprattutto nel settore turistico, che ha coperto quasi la metà dei servizi venduti sul web nel 2013” commenta Nicola Perobelli, market manager Italy di Tripsta. Tuttavia, nonostante l’aumento degli accessi online, l’incremento riguardante gli acquisti effettuati dai mobile traveller italiani nel 2013 registra solo un + 0,4% rispetto al 2012 anche a causa della crisi economica: il dato ha fatto retrocedere l’Italia dal secondo al quinto posto della classifica Tripsta, in forte contrasto con la crescita registrata, invece, da paesi come la Germania (+185%) e la Russia (+498%).

Commenta su Facebook