La metrò sponsorizzata arriverà anche a Milano, a breve il bando per aggiungere i nomi dei brand a quelli delle stazioni
A
Dopo Londra, Madrid e Roma, anche Milano si sta attivando per fare cassa attraverso l’attribuzione dei nomi di brand a singole stazioni o persino intere linee della metropolitana. Già nei mesi scorsi ATM, l’azienda del trasporto pubblico, aveva promosso iniziative temporanee di “brandizzazione” delle stazioni: Cairoli con eBay, Moscova con Fastweb, Duomo con Sephora, ma ora si parla di integrare i nomi di brand a quelli delle fermate in maniera più strutturata e continuativa.

La stazione metro Termini-Vodafone ha infatti fatto scuola, e a dicembre la Giunta comunale di Milano ha approvato la delibera proposta dall’assessore ai Trasporti Pierfrancesco Maran che stabilisce essere interesse dell’amministrazione “sviluppare una nuova forma aggiuntiva di ricavi valorizzando il naming delle linee e/o delle stazioni delle linee metropolitane 1,2,3,5”. Secondo le linee guida della delibera, gli sponsor, in base all’entità dell’offerta, potranno affiancare il proprio nome, logo o marchio alla denominazione delle singole linee e/o stazioni.

In prima linea Vodafone, probabilmente interessata anche a un'operazione su Milano. Il bando per raccogliere le manifestazioni di interesse potrebbe partire a breve, ma rimane un importante nodo da sciogliere: il Comune intende incassare direttamente gli introiti delle sponsorizzazioni, che di fatto spetterebbero ad ATM in quanto gestore delle iniziative di valorizzazione commerciale delle stazioni.

Commenta su Facebook