I segreti delle digital PR: Michele Ficara anticipa i contenuti del seminario che terrà in BTC
A

Michele Ficara

Perché le campagne di pubbliche relazioni sul web sono oggi essenziali per chi vuole comunicare con il proprio target? Quali obiettivi si possono raggiungere e con quali strumenti? Quali sono le specificità delle PR digitali rispetto a quelle tradizionali? Quali sono i costi e come si misurano i risultati? Sono alcuni degli argomenti che Michele Ficara, direttore di Assodigitale (associazione degli operatori della comunicazione sul web), affronterà nel seminario Digital PR: principi e strumenti del marketing conversazionale, in programma venerdì 22 giugno nell'ambito del programma di formazione di BTC, la fiera degli eventi.

Ficara anticipa a Event Report alcuni dei contenuti che saranno approfonditi durante il seminario e che costituiranno la base per un confronto/dialogo con chi vi parteciperà.

Perché è così attuale, come lei sostiene, parlare di digital PR?
"È un dato di fatto che ormai la grande opinione pubblica si forma e si alimenta sul web, nella condivisione dei contenuti e nelle discussioni tra gli utenti; se fino a qualche tempo fa si promuovevano solo campagne di PR rivolte ai media tradizionali, è ormai obbligatorio fare coltivare relazioni anche sul web, siti e social media".

Quali obiettivi si possono raggiungere con le campagne di digital PR?
"Il primo importante obiettivo che si deve raggiungere è quello di essere presenti in Rete per partecipare alle discussioni, portare opinioni ed esprimere il proprio punto di vista in modo da orientare e influenzare il target".

Cosa differenzia una campagna di PR sul web da una tradizionale? Quali sono gli strumenti a disposizione?
"La differenza sostanziale è che la campagna digitale è continuativa, 24 ore al giorno per sette giorni su sette: bisogna sempre leggere quanto viene scritto e commentato su di sé, comunicare, conversare con gli utenti. Gli strumenti sono molti, ne illustrerò alcuni nel seminario in BTC, e servono per intervenire nelle conversazioni in corso sia da dispositivi fissi sia da tablet o smartphone".

I costi di una campagna di digital PR sono sostenibili anche dalle piccole e medie imprese? Quali sono i ritorni?
"Assolutamente sì, gli investimenti per una campagna di PR sul web sono alla portata anche delle piccole e medie imprese, che magari hanno esigenze di comunicazione ridotte rispetto alle grandi aziende. Innanzitutto perché molti degli strumenti e delle applicazioni sono gratuiti, e il costo maggiore è costituito dalle risorse umane dedicate. Per un progetto di medie dimensioni può anche bastare un giovane esperto delle dinamiche della Rete, dotato di dispositivi fissi e mobili. Certo, per aziende più grandi, che vogliono attivare servizi di monitoraggio, i costi salgono, ma il ROI del digitale resta comunque fra i più alti nella comunicazione".

Per quale ragione il ROI delle digital PR è così alto?
Perché a differenza delle attività di PR tradizionali rivolte alla stampa, che comprtano dei costi e che necessitano di continue azioni e investimenti, la campagna digitale può servire all’azienda, all’albergo, o all'agenzia committente per crearsi una community costituita dai propri stakeholder, con cui gradualmente entrare in contatto in modo diretto. A quel punto si ha a disposizione un proprio pubblico, fidelizzato, con cui comunicare direttamente".

I social media sono in questo senso l’ambito privilegiato in cui fare PR?
"Sono sicuramente un ambito imprescindibile, perché permettono di crearsi un posizionamento forte e stabile quando si riesce a entrare in contatto con le community più giuste per i propri obiettivi. Attenzione però: il mondo dei social media è in continua evoluzione e va seguito costantemente. Come farò presente al seminario, a distanza di pochi mesi una piattaforma social può registrare picchi di crescita ma anche un declino nell’interesse. Occorre quindi farsi sempre trovare pronti nello scegliere il canale giusto al momento giusto".

Il seminario di Michele Ficara è in programma venerdì 22 giugno, dalle 14 alle 15, presso lo Spazio Convegni di BTC, situato nel padiglione C1 della Fiera di Rimini.

Commenta su Facebook