Siti aziendali a misura di smartphone: le dieci regole di Google
A
Le aziende italiane presenti in Rete devono adattare la propria comunicazione agli smartphone, da cui gli utenti navigano e acquistano sempre di più. Occorre garantire visibilità, velocità di accesso, semplicità di utilizzo, percorsi chiari che facilitino l’acquisto. Lo sostiene Google, che lancia in questi giorni un sito internet dedicato, MoveMobile.it, per fornire informazioni, contatti e suggerimenti su come realizzare versioni dei siti web aziendali ottimizzati per la lettura da telefono.

Il numero di italiani che possiedono uno smartphone sta rapidamente crescendo – a oggi è il 28%, secondo la ricerca promossa da Google e realizzata dall’istituto Ipsos MediaCT – e il device mobile è usato sempre più anche per fare acquisti online – l’ha già fatto il 25%, ma la percentuale è destinata a crescere. Le prospettive per le aziende di fare business via smartphone sono dunque alte, ma occorre adattare i siti web aziendali, pensati per una navigazione da pc, alla piattaforma mobile, per renderli più efficace.

Google ha lanciato perciò il sito MoveMobile, dove trovare informazioni sui trend del mobile marketing e alcune regole su come progettare un sito mobile-friendly, e mette a disposizione uno strumento, il Mobile Meter, che permette di analizzare il sito della propria azienda e ottenere un report gratuito su quanto è a misura di smartphone.

Ecco le dieci regole Google per realizzare un sito a dimensione di mobile:

1. Velocità
La navigazione via mobile è più rapida di quella via pc: occorre dunque progettare il proprio sito in modo che si carichi rapidamente sul browser.

2. Semplicità di navigazione
I percorsi di navigazione devono essere semplici e chiari e, per siti più complessi, può essere utile la funzionalità di ricerca – ma che sia realmente funzionante.

3. A misura di pollice
Le persone usano le dita per azionare i dispositivi mobile, in particolare i pollici. Il design del sito deve tenerne conto per rendere agevole la digitazione, proponendo pulsanti e icone grandi e posti in posizioni centrali.

4. Leggibilità
Via mobile i siti devono essere letti su schermi piccoli, ma senza affaticare la vista: occorre semplificare la lettura dei contenuti, usare ombre, spazi vuoti e scritte in negativo che aiutino la lettura.

5. Flessibilità
Un sito deve essere pensato per funzionare su tutti i principali dispositivi mobile e secondo diversi orientamenti del display.

6. Facilita le conversioni
Considerando che gli utenti navigano con una tastiera virtuale e senza mouse, occorre semplificare le modalità di acquisto o di contatto, riducendo il numero di passaggi e di campi da compilare.

7. Geolocalizzare
Gli utenti cercano spesso informazioni a livello locale, partendo da dove si trovano: è utile quindi predisporre il sito in modo tale che possa essere gelolocalizzato, grazie a mappe e indicazioni per i GPS.

8. Diversificare
Non è sufficiente replicare il sito aziendale (struttura e funzionalità) su piattaforma mobile, occorre creare un sito mobile ad hoc, che offra un’esperienza nuova e aggiuntiva all’utente.

9. Reindirizzare ai siti mobile
Una volta sviluppata una versione mobile del sito, occorre inserire nel sito web aziendale un codice di reindirizzamento in modo che gli utenti che si connettono da dispositivo mobile siano automaticamente reindirizzati alla versione mobile.

10. Adattarsi agli utenti
Occorre tenere conto dei feedback degli utenti e monitorare flussi e percorsi per capire che cosa effettivamente cercano sulla versione mobile del sito, così da intervenire per potenziare o modificare il sito secondo le loro esigenze.

Commenta su Facebook