Disney e WWF insieme con un progetto di CSR per i giovani
A
Due progetti per impegnare i giovani italiani nella salvaguardia dell’ambiente: è l’iniziativa di corporate social responsability portata avanti da Disney Italia in collaborazione con il WWF Italia, nell’ambito del progetto internazionale Disney’s Friends for Change – Insieme per la Terra. Il 10 settembre i ragazzi saranno impegnati nella pulizia della spiaggia dell’Oasi WWF di Burano, in Toscana; e l’8 ottobre nelle attività di recupero delle tartarughe marine a Molfetta, in Puglia, presso il Porto di Barletta.

L'iscrizione può essere fatta nel sito ufficiale di Friends for Change: i partecipanti potranno scegliere a quale delle due iniziative prendere parte. Testimonial del progetto sono le star televisive di Disney Channel, Valentina Colombo e Luca Solesin, protagonisti della trasmissione Life Bites.

“La filosofia green della Disney si riassume in due parole: impatta e ispira. Disney cerca di creare un’eredità ambientale positiva e sostenibile per la società di oggi e per le generazioni future” ha commentato Carlotta Saltini, chief marketing officer di Disney Italia. “Come azienda incoraggiamo il nostro pubblico ad avere un comportamento responsabile. I bambini e le famiglie sono il cuore di quello che facciamo in Disney: per noi è importantissimo creare esempi positivi attraverso i nostri contenuti”.

La manager di The Walt Disney Company Italia ha anche presentato un progetto educativo per le Scuole secondarie di primo grado, volto a stimolare nei ragazzi l’atteggiamento attivo nei confronti dell’ambiente.
Attraverso il sito italiano di Friends for Change i ragazzi "promettono" di effettuare passi concreti quotidiani. L’iniziativa ha raggiunto buoni risultati: “È stato il sito che ha avuto più promesse rispetto a tutta l'Europa, mentre il progetto green scuola è stato quello che ha riscosso più successo di tutti i progetti scuola Disney realizzati negli ultimi anni; questo dimostra che i nostri ragazzi sono sensibili all’argomento della sostenibilità ambientale” sottolinea la Saltini.

Commenta su Facebook