Aziende europee impreparate al nuovo regolamento sulla protezione dei dati (GDPR): il 28% ignora perfino cosa sia
A
Nonostante manchino solo 6 mesi all’entrata in vigore della General Data Protection Regulation (GDPR), il nuovo regolamento con cui l’Unione Europea vuole rafforzare e uniformare la protezione dei dati personali all’interno dei propri confini, le aziende del continente sembrano ancora impreparate ad adeguarsi alla normativa, che avrà un impatto su marketing, sales, gestione dei dipendenti e in generale su tutte le attività che implicano i trattamento di dati personali, digitali e non.

Secondo un’indagine condotta per conto della società di revisione contabile RSM, solo l'8% delle aziende europee ha già effettuato i cambiamenti necessari alla conformità con la normativa che, approvata ad aprile 2016, diverrà esecutiva il 25 maggio 2018. Il 28% dei leader aziendali europei intervistati dichiara di non conoscere la GDPR e il 26% di chi invece si appresta ad adeguarsi ammette che le loro aziende non saranno pronte entro la scadenza di maggio. Le conseguenze si annunciano pesanti: alle imprese che non risulteranno conformi saranno applicate sanzioni pari al 4% del loro fatturato complessivo oppure a 20 milioni di euro, a seconda della cifra più elevata.

“È chiaro da questa ricerca che molte aziende non comprendono pienamente gli ostacoli che dovranno superare prima della scadenza in rapido avvicinamento” ha affermato Jean Stephens, amministratore delegato di RSM. “La conformità alla GDPR non è un semplice esercizio di spunta di alcune caselle su un modulo. È probabile che le aziende debbano implementare cambiamenti notevoli che potrebbero avere un impatto sulle loro organizzazioni nel complesso. Pertanto, tanto prima iniziano a prepararsi, tanto meglio".

Fra le imprese che hanno studiato la normativa, il 51% ritiene che sia troppo complicata per le PMI e le aziende del mercato intermedio, e il 41% pensa che le azioni di adeguamento aumenteranno significativamente le spese aziendali, anche perché il 60% degli intervistati si servirà di consulenti esterni per completare il loro progetto di conformità entro la scadenza. La preparazione alla GDPR sta già avendo un impatto sulle attività aziendali, segnala l’indagine, con molte imprese che stanno effettuando tagli in altre aree, come i progetti di nuovi prodotti (23%) o l'espansione internazionale (22%).

Commenta su Facebook

Altro su...

Aziende