Facebook lavora a una funzione per pubblicare il curriculum, potrebbe essere attivata in una sezione separata del profilo utente
A
La guerra tra i social network si combatte conquistando il pubblico dei competitor. LinkedIn sta diventando più social per conquistare gli utenti di Facebook che, dal canto suo, continua il percorso per diventare sempre più "professionale". Il social di Zuckerberg starebbe infatti testando Work Histories, la funzione che consentirebbe agli utenti di pubblicare sulla piattaforma il proprio curriculum vitae e condividerlo privatamente.

Attualmente gli utenti di Facebook possono inserire le competenze professionali sul proprio profilo, ma l’opzione non è priva di punti di debolezza: per essere raggiungibile dai recuiter il profilo deve essere aperto a tutti, rendendo così visibili ai selezionatori contenuti e foto personali.

Secondo le indiscrezioni twittate dal direttore social media di The Next Web, la nuova funzionalità permetterebbe invece di pubblicare il curriculum vitae completo di percorso di studi, esperienze lavorative, soft skill e retribuzione percepita non in una sezione separata del profilo riservata ai cacciatori di teste e alle aziende. È facile pensare che Work Histories si stato progettato anche per semplificare e aumentare l’utilizzo di Jobs, la funzionalità di Facebook che mette direttamente in contatto l’azienda con i candidati.

Con Jobs per rispondere agli annunci delle aziende gli utenti inviano un form precompilato con i dati già presenti sul loro profilo pubblico di Facebook, ma che richiede tempo per essere integrato con le voci mancanti. Se entrasse a regime, Work Histories renderebbe immediato il processo di candidatura perché permetterebbe agli utenti di inviare in tempo reale un curriculum completo di tutti i dettagli.

Commenta su Facebook