In crescita il turismo cinese in Italia, le aziende aumentano la richiesta di formazione interculturale
A
I numeri continuano a crescere, e l’Italia guarda con attenzione alla Cina come mercato emissore di un incoming turistico sempre più promettente. Lo scorso anno sono stati 135 milioni i cinesi che hanno viaggiato fuori dai propri confini nazionali, con un incremento del 5,6% rispetto all’anno precedente. E di questi, ben 122 milioni si sono recati all’estero per turismo, segnando anche qui un incremento (del 4,2%) rispetto al 2015.

I dati sono quelli della Fondazione Italia Cina, che li resi noti in occasione della presentazione, a Milano, del programma per il nuovo anno accademico della sua Scuola di Formazione Permanente, che a professionisti e aziende offre corsi di lingua e cultura cinese e formazione interculturale .

“Saper interagire con il mondo cinese è sempre stato un bisogno molto sentito nel settore del turismo” ha detto il presidente della Fondazione Cesare Romiti. “Oggi lo è ancora, ma in modo diverso, perché quelli che accogliamo nel nostro paese sono turisti cinesi più benestanti, preparati e tecnologici. Per questo motivo la Fondazione e la sua Scuola sono sempre più impegnate a formare imprese, strutture e realtà del settore affinché siano pronte a questa nuova sfida”.

In Italia nel 2016 sono arrivati 3,7 milioni di turisti cinesi, che tutte le previsioni indicano in aumento quest’anno: l’Italia è fra l’altro la destinazione europea dove i cinesi spendono di più, con Milano – che da sola assorbe il 37% della spesa cinese in Italia – al primo posto, seguita a distanza da Roma (17%), Firenze (9%) e Venezia (7%).

“Il 2018 sarà l’anno del turismo Europa-Cina e l’Italia deve farsi trovare pronta” ha detto il direttore della scuola Francesco Boggio Ferraris, confermando la crescente richiesta di formazione da parte di imprese e professionisti che vogliono migliorare le relazioni con le controparti cinesi.

Nell’ultimo anno la Scuola di Formazione Permanente ha attivato 20 progetti di formazione executive e corporate in house, che hanno coinvolto circa 750 professionisti. Tra i progetti in fase di realizzazione, il Forum per l’Internazionalizzazione del Made in Italy in partnership con Messe Frankfurt e Elle Decor e il programma di formazione rivolto all’hotellerie in collaborazione con Roma Capitale.

Commenta su Facebook

Altro su...

Formazione

Turismo