Formazione continua in azienda, l’Italia recupera e si mette in pari con l’Europa: cresce il training strategico legato all’innovazione
A
Finiti i tempi (non lontani) in cui l’Italia era fanalino di coda in Europa sul tema della formazione continua erogata dalle aziende ai propri dipendenti: se fino al 2015/2016 a organizzare corsi di aggiornamento per il personale era il 55% delle imprese, su una media europea del 61%, le rilevazioni relative al periodo 2017/2018 indicano che la percentuale di aziende che investono in formazione è salita al 59% e che il 70% delle PMI aderisce ai Fondi Interprofessionali per la formazione continua coinvolgendo l'85% dei lavoratori dipendenti.

I dati arrivano dall’Osservatorio di ExpoTraining, la fiera-convegno in programma al MiCo di Milano il 25 e il 26 ottobre che riunisce domanda e offerta di formazione e servizi per le risorse umane, e saranno raccolti nel primo “Libro bianco sulla formazione continua in Italia” che sarà presentato durante l’evento.

Secondo l’Osservatorio, le rilevazioni effettuate quest’anno su un panel di 500 PMI e microimprese indicano la maggiore consapevolezza degli imprenditori anche sul piano della qualità della formazione: resta forte la presenza della formazione “obbligatoria”, ma cresce quella più “strategica” destinata all'innovazione, all'IT, al web, all'internazionalizzazione (+9%). E cresce sopratutto nelle regioni del sud Italia, con un +19% di imprenditori che hanno organizzato, stanno organizzando o organizzeranno nel 2018 piani di formazione per i propri dipendenti.

“Molti imprenditori hanno ritenuto opportuno cogliere i piccoli cenni di ripresa per investire nello sviluppo e hanno scelto, giustamente, la formazione dei propri team” commenta Carlo Barberis, presidente di ExpoTraining. “Ora occorre lavorare sulla qualità e su una migliore integrazione tra processi produttivi e formazione, accrescere la formazione sulle competenze trasversali. Occorre, insomma, innovare di più sulla ‘forma’ della formazione, sui modi per trasmettere le competenze in modo più efficace”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Formazione

Aziende