Workplace di Facebook migliora la comunicazione nelle aziende e genera “community”: Miroglio e Granarolo raccontano perché
A
Workplace, la versione di Facebook per le aziende, inizia a essere adottata anche in Italia, soprattutto dalle grandi imprese che hanno bisogno di una piattaforma di comunicazione interna con la quale “connettere” consistenti volumi di dipendenti, distribuiti su diverse sedi e magari anche all’estero.

Secondo i primi testimonial, Workplace è semplice e veloce da inserire nei processi di comunicazione aziendale (tutti sanno usare Facebook, e Workplace funziona nello stesso modo), riscuote successo tra i dipendenti e non si limita a rendere più efficace l’accesso alle informazioni condivise, ma contribuisce a creare una “community aziendale”, sviluppando il senso di appartenenza dei dipendenti, migliorando produttività e procedure trasversali.

Tra i grandi player italiani apripista nell'utilizzo di Workplace ci sono Granarolo e Gruppo Miroglio. Granarolo ha adottato Workplace il mese scorso, principalmente con l’obiettivo di migliorare i flussi di comunicazione fra i dipendenti dei 17 stabilimenti italiani e con i distributori steri: in meno di 3 settimane la piattaforma è entrata a regime e in pochi giorni ha registrato un tasso di adozione superiore al 50%.

Ad anticipare Granarolo è stata Miroglio, l’azienda piemontese di tessuti e abbigliamento: Workplace è già disponibile in tutti i negozi italiani e nella sede centrale, e nei prossimi mesi sarà esteso a tutti i dipendenti. Miroglio ha adottato Workplace per facilitare la circolazione delle idee e la condivisione dei progetti aziendali ma anche, dice l’amministratore delegato di Miroglio Fashion Hans Hoegstedt, “per sentire il polso dell’azienda e vedere i gruppi di lavoro interagire fra loro, stimolandosi e sfidandosi attraverso centinaia di post sulla rete. Un modo innovativo e più efficiente di lavorare”.

In linea con Hoegstedt è il presidente di Granarolo Gianpiero Calzolari, secondo il quale Workplace “promuove un'efficace collaborazione e un forte senso di appartenenza aziendale sia delle risorse in produzione, sia delle risorse che operano all’estero, rendendo la comunicazione interna digitale, semplice, pervasiva e bidirezionale”.

Sulla possibilità di Workplace di cambiare le modalità del flusso di comunicazione aziendale punta anche Luca Colombo, country manager di Facebook Italia: “Workplace consente di sviluppare una comunicazione interna a due vie, dando a tutti i dipendenti la possibilità di fare sentire la propria voce e creando connessioni reali tra persone e non tra organigrammi”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Social media

Aziende